A- A+
Politica
Di Battista presenta “Schierarsi": roba vecchia e stantia, riciclata da Grillo
Alessandro Di Battista

 

Piccoli grilli crescono ma non saltano

Da qualche tempo si aveva notizia del “movimentino” di Alessandro Di Battista, “Schierarsi”, una associazione culturale che serve a: “Trasformare il pensiero in azione, fare progetti insieme, raccogliere fondi, inventarsi idee per aiutare e sostenete le giuste cause come la questione palestinese”.

Trasformare il pensiero in azione”, roba che neppure Hegel.

Manca solo il “Faccio cose e vedo gente” di Ecce bombo di morettiana memoria e il quadro è completo. Intanto è prassi dire che “migliaia di persone hanno aderito”, perché –come noto- quando c’è, il “numero è potenza”.

Questa “cosina gialla” era in realtà attesa per le scorse politiche del settembre 2022 ma clamorosamente non se ne fece niente e Di Battista rimase di nuovo appiedato.

Lui è vestito da figo postmoderno, con jeans e camicia blu rigorosamente arrotolata sulle braccia. Peccato che dietro i giovinotti digiuni di politica ma ancor più di organizzazione continuino a muoversi sullo sfondo, ciondolando alle sue spalle e provocando un inquietante effetto oratorio.

Durante la presentazione le idee gli sgorgano come acqua chiara e sorgiva dal microfono, ma sono le solite, peraltro abbastanza balzane.

L’ex deputato vuole una casa farmaceutica pubblica per mettere un freno a Big Pharma causa –secondo Di Battista- della «scandalosa assenza di vaccini prodotti in Europa». E poi c’è il sempreverde tema della guerra in Ucraina in cui andando controcorrente trova sempre qualche riflettore disposto ad accendersi: «Chi dissentiva veniva dichiarato putiniano ma adesso si scopre che aveva ragione». Embè? Cioè era veramente putiniano? Quindi c’avevano ragione i critici. Vabbè un po’ di allentamento delle giunture logiche del discorso fanno sempre la loro porca figura perché sembra che dietro ci sia nascosto qualcosa di intelligente.

Ai tempi belli e peppinelli del Primo Movimento Beppe Grillo straparlava di magiche palline da lavatrice che lavavano senza detersivo e quindi Di Battista, fedele al copione atavico del Padre Padrone del Movimento, lancia un sempreverde (è il caso di dirlo) dell’ambientalismo e cioè un “servizio civico ambientale”.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
di battista





in evidenza
Affari in rete

Politica

Affari in rete


in vetrina
Nutella, il gelato è stato già richiamato: c'è un problema con gli allergeni

Nutella, il gelato è stato già richiamato: c'è un problema con gli allergeni


motori
24 ore di Le mans, Porsche dona 911.000 euro con "Racing for Charity"

24 ore di Le mans, Porsche dona 911.000 euro con "Racing for Charity"

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.