A- A+
Politica
Elezioni Regionali, De Luca: "Il passaggio al giudice ordinario? Non cambia nulla"

"Non cambia assolutamente nulla, cambia solo il tribunale, si passa dal Tar al tribunale civile". A dirlo a Salerno e' il candidato del centrosinistra alla regionali, Vincenzo De Luca, riferendosi alla sentenza, non ancora depositata ma anticipata da indiscrezioni di stampa, della Corte di Cassazione che assegnerebbe la competenza in materia di ricorsi contro l'applicazione della legge Severino alla magistratura ordinaria anziche' alla giustizia amministrativa.

Per De Luca, che ha partecipato all'avvio dei lavori per il completamento di piazza della Liberta', l'unica cosa da temere e' "l'imbecillita' che caratterizza tante volte il dibattito pubblico del nostro Paese". "L'imbecillita' - ribadisce De Luca - questa e' l'unica cosa da tenere. Ma vedrete che alla fine riusciremo ad acquisire persino una cosa straordinaria e cioe' la convinzione che sono i cittadini e gli elettori che decidono chi deve governare le istituzioni".

Poi, in una nota, aggiunge: "Sulla base delle anticipazioni di una pronuncia della Cassazione, peraltro ancora non conosciuta, si e' sviluppato un altro episodio della strategia della 'confusione'. Hanno paura di perdere. Sono alla disperazione". Se la Cassazione stabilisce che la competenza, in merito alla Severino, e' del tribunale ordinario, piuttosto che del Tar, "per noi non cambia assolutamente nulla ripete - tutto come prima. In casi precedenti, i giudici ordinari e quelli amministrativi sono arrivati alle stesse conclusioni, garantendo pienamente l'esercizio delle cariche pubbliche. In piu', il presidente del Consiglio ha chiaramente definito la Severino un problema superabile, confermando che chi viene scelto dai cittadini, con un voto democratico, potra' tranquillamente governare. Buon lavoro a tutti. Rimaniamo sui problemi dei cittadini. Prepariamoci a far rinascere la Regione dell'immobilismo e dei 400 consulenti inutili. Nessuna distrazione. Keep Calm!".

DE LUCA E GLI IMPRESENTABILI SUL FINANCIAL TIMES - Il caso degli impresentabili e delle liste del Pd della Campania finisce Financial Times, facendolo diventare un caso internazionale. Un lungo reportage pubblicato a pagina 3 nell'edizione europea, e che il quotidiano britannico ha pubblicato anche online.

"Campania poll shows limits of Italian PM Matteo Renzi’s influence". Tradotto: "Le elezioni in Campania mostrano i limiti dell'influenza di Renzi". Il voto in Campania «illustra i limiti dell'influenza di Renzi fuori da Roma, dove la politica può ancora basarsi su personaggi sgradevoli e reti clientelari estremamente difficili da smantellare». De Luca «rappresenta l'ostinazione del vecchio sistema», scrive il giornale che cita i problemi legali del sindaco di Salerno e la questione degli impresentabili nelle liste che lo appoggiano.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
elezioni regionalide luca
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Peugeot: la filosofia della guida elettrica

Peugeot: la filosofia della guida elettrica


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.