A- A+
Politica

"La fiducia al governo e' un atto solenne, sono sicuro che i gruppi PD di Camera e Senato saranno compatti". Lo dichiara il presidente dei senatori Pd, Luigi Zanda, in un'intervista pubblicata oggi sull'Unita'. I parlamentari democratici, prosegue il capogruppo PD a Palazzo Madama "nelle assemblee hanno e avranno il dovere di esprimere le loro opinioni a favore o contro le iniziative loro proposte, ma dovranno attenersi alle indicazioni della maggioranza dei loro colleghi". Riguardo all'incarico a Enrico Letta, Zanda nota che "la scelta del presidente Napolitano e' stata molto saggia, nella quale c'e' l'esperienza di un dirigente politico giovane che ha avuto ruoli di grande responsabilita' di governo e di partito".Riguardo al possibile nuovo esecutivo, il presidente dei senatori Pd lo tratteggia come "un governo al servizio del Paese e a questo servizio al Paese il capo dello Stato ha chiamato tutte le forze politiche parlamentari, un impegno che investe per primo il Partito democratico e subito dopo il Pdl, i cui voti sono necessari per la formazione di un governo". Interrogato infine sulla tenuta della cosiddetta 'ditta', Zanda dichiara che la tenuta del PD non e' in discussione e che il 4 maggio, all'Assemblea nazionale, "ci sara' un dibattito aperto e si avviera' la fase congressuale. Ma vorrei ringraziare il segretario Bersani, le sue dimissioni - conclude Zanda - sono state un altro suo atto di generosita'".

 Boccia: "Chi non vota fiducia è fuori dal Pd" - "Nessuna minaccia ai colleghi, ma ci sono delle regole che vanno rispettate ed e' chiaro che chi non dovesse votare la fiducia al governo sarebbe fuori dal partito". Lo ha detto il deputato Pd Francesco Boccia, intervenendo a SkyTg24.

Puppato: "Con Alfano e Schifani non voto la fiducia" - "Se ci sono Alfano e Schifani, allora non posso dare la fiducia. Diventa un problema di coscienza". Lo dice in una intervista alla Repubblica Laura Puppato, senatrice del Pd. "Se ci fosse un governo di Letta con Alfano vice premier - spiega - alla Giustizia magari Brunetta, la Gelmimi all'Istruzione, Schifani all'Interno, allora davvero io ho un problema di coscienza. Non lo voto". Secondo la senatrice, "i nomi che arrivano dal pdl sembrano una provocazione, soprattutto perche' a Berlusconi interessano il dicastero della Giustizia e tutti quei ministeri  utili alle sue attivita' per le leggi ad pesonam. Berlusconi  non ha senso dello Stato e del Paese. E non e' una posizione preconcetta o una faziosita', ma ne abbiamo una lunga esperienza". Secondo Laura Puppato, Enrico Letta dovrebbe "sfidarli su un governo di scopo e basta. Il rischio resta quello che abbiamo paventato in piu' persone nella direzione del partito di martedi': il centrodestra  a questo punto chiedera' il via libera per altrettante figure politiche. E del resto - aggiunge - se il Pdl avesse subito offerto personalita' di innovazione non staremmo qui a parlare e non avremmo perso tutto questo tempo". Il rischio, spiega la senatrice, "e' che Berlusconi riesca  a fare prevalere le sue logiche, imponga  tutte le sue partite, che hanno precluso all'Italia di essere un paese normale con una politica normale. Vuole essere tutelato nei suoi punti strategici. Oppure vuole portarci al voto addossando al Pd le responsabilita'. Stiamo attenti a non giocare una partita truccata".

RENZI - "La nostra amministrazione sara' al fianco di Enrico Letta per chiudere una delle pagine piu'
brutte, quella dell'inconcludenza". Lo ha detto Matteo Renzi, sindaco di Firenze, durante il suo discorso per la celebrazione del 25 aprile in Palazzo Vecchio a Firenze. "Da qui, da Firenze, un abbraccio da amico a Enrico Letta, per il compito che sta cercando di svolgere. Letta ha detto che il suo sara' un governo di servizio - ha scherzato Renzi - il massimo augurio che la citta' di Firenze possa fare, e' che ci sia un presidente pisano".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
lettagoverno lettapdpartito democratico
in evidenza
Ferragni spettacolare a Parigi Calze a rete e niente slip

Le foto delle vip

Ferragni spettacolare a Parigi
Calze a rete e niente slip

i più visti
in vetrina
De Ligt-Chelsea, calciomercato Juventus: la (ricca) cessione dopo Vlahovic

De Ligt-Chelsea, calciomercato Juventus: la (ricca) cessione dopo Vlahovic


casa, immobiliare
motori
Maserati Grecale, ultimi test estremi nelle radure svedesi

Maserati Grecale, ultimi test estremi nelle radure svedesi


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.