A- A+
Politica
Gentiloni: "Il governo italiano è meno antieuropeo di quanto molti pensavano"

Il Commissario europeo all'Economia avverte l'Italia sulle responsabilità del Pnrr: "È grande, perché se va male per l'Italia va male per l'Ue". 

Visto da Bruxelles, quello italiano è un governo "molto meno anti-europeo di quanto molti ambienti europei si aspettavano". Non è una promozione a pieni voti, ma un riconoscimento per "decisioni molto utili e importanti" che l'esecutivo guidato da Giorgia Meloni ha preso finora. E lo riconosce senza remore il commissario europeo all'Economia Paolo Gentiloni, che dagli studi di Otto e mezzo su La 7 sospende parte del giudizio perché, naturalmente, "bisogna vedere cosa succede nei prossimi mesi". "Con Giorgia Meloni, come con tanti governanti europei, - spiega ancora Gentiloni - abbiamo un rapporto epistolare, ci scambiamo messaggi. È molto utile".

Il confronto con il predecessore a Palazzo Chigi è inevitabile, ma il commissario europeo, con un passato da presidente del Consiglio, evita i paragoni. "Non esageriamo. Draghi era molto forte. Certamente l'Italia è centrale, lo è stata e lo è tuttora", risponde. "C'era attesa di un governo italiano molto aggressivamente anti-europeo. I primi mesi hanno fatto ricredere chi aveva questi timori. È vero che, almeno fin qui, il governo ha preso decisioni molto utili e importanti".

La conversazione vira sugli impegni stringenti e Gentiloni avverte: "Il governo italiano è consapevole che ci sono le scadenze del Pnrr. La modifica della scadenza del 2026 richiederebbe la ratifica di 26 parlamenti, lo trovo difficile. Abbiamo distribuito 144 miliardi di euro di cui 67 all'Italia. La responsabilità italiana è grande, perché se va male per l'Italia va male per l'Ue".

Non manca un passaggio sulla polemica del momento, legata al decreto approvato appena ieri sera dal Consiglio dei ministri. "Prendiamo atto della decisione del governo italiano sul Superbonus. Tra gli obiettivi della misura ve ne era uno che ci stava molto a cuore, quello di migliorare le classi energetiche delle abitazioni. Riconosco però le preoccupazioni del ministro Giorgetti sulle conseguenze sui conti pubblici". 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
gentilonigoverno





in evidenza
Fagnani in crisi con Mentana? L’indizio rivelatore che incuriosisce

La coppia più famosa del giornalismo

Fagnani in crisi con Mentana? L’indizio rivelatore che incuriosisce


in vetrina
Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024

Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024


motori
Fiat: Partner di Torino Capitale della cultura d’impresa 2024

Fiat: Partner di Torino Capitale della cultura d’impresa 2024

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.