A- A+
Politica


 

bersani renzi 620x410

BERSANI: PRONTI 8 PUNTI PER CHIEDERE LA FIDUCIA - Pier Luigi Bersani lancia nuovamente la sua proposta, in otto punti, per presentarsi in parlamento e chiedere la fiducia delle Camere. In un'intervista a Repubblica in cui analizza il voto e come si è arrivati a questo risultato, il leader Pd afferma: "prima di tutto c'è da rispettare l'esito del voto. In secondo luogo c'è bisogno che ciascuno si assuma le sue responsabilità. A noi spetta la prima parola perché abbiamo la maggioranza, larga alla Camera e relativa al Senato. E allora per noi responsabilità significa cambiamento. Il cambiamento non è un'esclusiva di M5S". Bersani annuncia dunque che alla direzione di mercoledì del partito, ma anche e soprattutto durante le consultazioni con il capo dello Stato, si assumerà "la responsabilità di formalizzare la proposta di un governo di cambiamento", una proposta rivolta "a tutte le forze politiche" per quello che lui stesso definisce "un governo di cambiamento". Bersani mette anche un punto fisso, dopo essersi mostrato disponibile a un dialogo per la presidenza delle Camere: "l'ipotesi delle larghe intese non esiste e non esistera' mai", perche' proposte di governissimo sarebbero "la morte del Pd". Su questa linea Bersani è netto. "non ho subordinate. Questa è la mia proposta. Deciderà il presidente della Repubblica, con la sua consueta saggezza". Bersani affronta anche il tema delle sue dimissioni: "sono due anni che dico che questo 2013 per me è l'ultimo giro. Lo so e l'ho sempre saputo. Ma da mozzo o da comandante io non lascio la nave". Quanto agli otto punti programmatici che indicherà al parlamento, Bersani li indica nell'intervista: il lavoro al centro dell'agenda europea, l'aiuto dei comuni di fronte al disagio sociale e lo sblocco dei pagamenti della PA, dimezzamento del numero dei parlamentari eletti e leggi contro i costi della politica, norme anti-corruzione e conflitto di interessi, green economy.

RENZI,  FACCIO IL SINDACO NON CI POSSIAMO PERMETTERE RIMPIANTI - Dallo staff di Renzi spiegano che e' assolutamente infondata l'ipotesi che Renzi si dica pronto a fare il premier di una grande coalizione nelle prossime settimane. "Adesso faccio il sindaco" ha ribadito Renzi stamane rompendo il silenzio che dura dal giorno del voto per smentire "in modo chiaro e totale" l'ipotesi di una sua disponibilita' ad assumere la guida di un governo che, unendo i voti di Pd, Pdl e M5S, affronti le riforme in questa fase di stallo.

Tags:
bersanirenzipremier

i più visti

casa, immobiliare
motori
Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio

Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.