A- A+
Politica
Governo Meloni: a Centinaio (Lega) un ministero-chiave per il Pnrr
Gian Marco Centinaio

Governo, il leghista Centinaio pronto per entrare nella squadra 

Nel totoministri che impazza regolarmente prima della formazione del governo ci sono alcuni dicasteri che sono meno in luce rispetto a quelli considerati principali come Difesa, Esteri, Sviluppo Economico, Finanza, Interni. Due di questi sono legati alla Natura, possiamo dire così, e cioè quello dell’Ambiente e quello dell’Agricoltura ma sono fondamentali per una nazione.

In realtà il PNRR ha trasformato il “valore” dei dicasteri stessi, pensiamo solo al fatto che la Transizione Ecologica, come si chiama adesso, vale almeno 57 miliardi di fondi aggiuntivi, senza considerare tutto il flusso monetario tradizionale sui Cambiamenti climatici. Si tratta del primo investimento in termini percentuali (30%) ed è un segnale che ha voluto dare Bruxelles ai Paesi membri. L’Agricoltura invece dovrà invece gestire 5 miliardi di PNRR che è comunque una cifra interessante e che permette di avviare piani strutturali.

Gian Marco Centinaio (Lega) è stato già ministro dell’Agricoltura (poi anche del Turismo) nel Conte 1, il cosiddetto governo giallo – verde, e poi è anche sottosegretario nello stesso dicastero uscente dell’attuale esecutivo Draghi quindi una persona che ha indubbiamente accumulato un sapere pratico sul funzionamento della complessa macchina ministeriale e delle tematiche specifiche in particolare. Oltretutto, Centinaio, dal punto di vista puramente elettorale, ha vinto nell’uninominale di Pavia con il 55% dei voti che già di per sé è un ottimo risultato, soprattutto considerando la vocazione agricola di quelle zone e potrebbe essere “premiato” per questo risultato. Centinaio è laureato in scienze politiche e a Pavia ha fatto sia l’assessore alla cultura che il vicesindaco, prima di diventare senatore. Raggiunto da affaritaliani.it non si è svoluto sbilanciare dicendo di non sapere ancora nulla ma è ovvio che la sua candidatura c’è ed è anche forte.

Si consideri che anche sull’Ambiente la partita potrebbe interessarlo visto che i due settori sono abbastanza contigui. Infatti in passato il ministero dell’Agricoltura è stato anche appannaggio dei Verdi e molte problematiche sono comuni, si pensi solo ai Cambiamenti climatici che non è solo un’emergenza mondiale ambientale in sé ma anche un profondo impatto sull’agricoltura e nello specifico per l’Italia nel problema della siccità per cui diverse regioni stanno chiedendo lo stato di calamità nazionale. Si consideri che la sua sostituta all’Agricoltura Teresa Bellanova, fu un vero disastro e questo mise ancora più in luce -per confronto diretto- l’azione del passato ministro. Anche nell’ambiente del Turismo Centinaio ha lasciato un buon ricordo soprattutto per le competenze tecnico – amministrative che dovendo gestire la ripresa economica post epidemia e il PNRR non è poco.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
agricolturaambientegoverno





in evidenza
La sua prima volta senza la Formula 1? Cos'ha fatto la star di Sky Sport

Nostalgia Masolin

La sua prima volta senza la Formula 1? Cos'ha fatto la star di Sky Sport


in vetrina
Torna il gelo (dalla Russia) con neve fino in pianura

Torna il gelo (dalla Russia) con neve fino in pianura


motori
Opel Corsa Hybrid: un nuovo passo verso l’elettrificazione

Opel Corsa Hybrid: un nuovo passo verso l’elettrificazione

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.