A- A+
Politica
Governo, Draghi meglio di Conte: Cdx addio e Lega divisa. Il Pd esulta
(fonte Lapresse)

E' vero che l'alleanza tra Partito Democratico e Giuseppe Conte, nuovo capo non ancora insediatosi al 100%, dei 5 Stelle stenta a decollare. Ma è vero anche che all'interno del Pd non rimpiangono affatto il governo giallo-rosso, quello fatto cadere da Matteo Renzi tra gennaio e febbraio. Politicamente, spiegano fonti dem qualificate, la differenza tra oggi e ieri e sostanziale: con Conte il Centrodestra e la Lega erano uniti, con Draghi la coalizione Lega-Fratelli d'Italia-Forza Italia si sta sciogliendo come neve al sole. Non solo. Con l'esecutivo Pd-M5S-LeU dell'ex Avvocato del popolo sarebbe stato assolutamente impossibile anche solo ragionare su maggioranze diverse, la cosiddetta Ursula che include Silvio Berlusconi, con l'uscita (come è poi avvenuto) del centro Italia Viva-Azione-PiùEuropa.

Con l'ex presidente della Bce a Palazzo Chigi - ragionano al Nazareno - il quadro politico è ben diverso. Anche se Matteo Salvini dovesse sfilarsi, magari in autunno sulla Legge di Bilancio (riforma delle pensioni e fiscale) l'esecutivo andrebbe avanti comunque con il modello Ursula, ovvero con Forza Italia e i renziani dentro. Proprio perché Draghi, ipereuropeista, garantisce l'ex Cavaliere (e non solo) come non poteva fare Conte. Attenzione, perà, perché anche nel Carroccio - spiegano sempre le fonti Dem - stiamo assistendo a una divisione sempre più profonda. L'esigenza di non perdere troppi voti a destra verso Giorgia Meloni spinge Salvini e i salviniani a usare toni forti e a prendere decisioni al limite della rottura come quella di astenersi sull'ultimo decreto Covid.

Ma nella Lega c'è anche l'anima di centro, mai stata sovranista e mai stata anti-Bruxelles, che spinge invece per restare con Draghi e magari, in futuro, guardare al Partito Popolare Europeo. Un fronte composto dai ministri Giancarlo Giorgetti e Massimo Garavaglia, dal sottosegretario al ministero dell'Interno Nicola Molteni e dal popolarissimo Governatore del Veneto Luca Zaia (e in parte anche dal presidente del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga specie da quanto ricopre il ruolo di numero uno della Conferenza delle regioni). Ecco perché Enrico Letta e tutto il Pd sono i primi sostenitori dell'attuale governo. Non tanto e non solo per i provvedimenti presi e in esame, ma perché politicamente spacca il Centrodestra e lacera al suo interno la Lega, nemico principale dei Dem.

Commenti
    Tags:
    pd m5sconte draghicentrodestra lega
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Wanda Nara vs la censura social Le nuove foto scaldano il web

    Belen, Diletta e.. scatti Vip

    Wanda Nara vs la censura social
    Le nuove foto scaldano il web

    i più visti
    in vetrina
    Lukaku, il Chelsea di Abramovic fa sul serio per strapparlo all'Inter

    Lukaku, il Chelsea di Abramovic fa sul serio per strapparlo all'Inter


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    il Museo Mercedes-Benz festeggia il suo 15 ° compleanno

    il Museo Mercedes-Benz festeggia il suo 15 ° compleanno


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.