A- A+
Politica
Bisignani: "Per Mattarella non si voterebbe mai. Viene dalla sinistra Dc..."
Sergio Mattarella 1 Maggio

Il Centrodestra? "No comment. Una follia. Non riescono neppure a fare goal a porta vuota"


Luigi Bisignani, lei che ne ha vissute tante di crisi: come se ne esce?
"Draghi potrebbe avere una via d’uscita per dimostrare che è un vero statista e non è certo quella di scappare in Umbria. Portare lui il Paese alle elezioni il prima possibile".

Ma oggi è in Algeria...
"E fa benissimo. E visto che va in Algeria potrebbe prendere spunto da una vecchia poesia Algerina di Mabrouka Boussaha: “La candela è sbiadita. Tanto che non vedo niente. Oppresso dalla notte...”.

La butta sulla letteratura...
"No era per spiegare la sua angoscia anche perché mi risulta che la sua famiglia non ne può più di questo gioco al massacro. Era già molto provata per il mancato trasloco al Quirinale, al quale la Signora Serenella tanto puntava".

E che cosa deve fare?
"In questa situazione non può scappare né trascinarsi in una campagna elettorale impazzita con due partiti, uno responsabile come Fratelli d’Italia e un altro dei ‘bimbi di Conte’, all’opposizione...".

E allora?
"Dovrebbe andare a testa alta in Parlamento, rivendicare quelli che secondo lui sono i meriti di questo governo e chiedere lui stesso di portare il Paese alle elezioni il prima possibile, diciamo il 25 settembre. Preparare poi una manovra di assestamento e lasciare al nuovo governo e al nuovo Parlamento il compito di aggiustarla. E magari può avere una change per rimanere lui stesso con un Parlamento, più serio, ma non credo voglia farlo".

E come la prenderanno i mercati?
"Per la sua autorevolezza benissimo. L'Europa così si rasserena anche perché votare è considerata un'anomalia solo in Italia. Si vota e si cambiano premier ovunque con Covid e guerra".

E Mattarella?
"Fosse per lui non si voterebbe mai. Proviene sempre dalla sinistra Dc con un cordone ombelicale con il Pd. E poi, sottovoce, possiamo dire tre cose sconvenienti che faranno drizzare i capelli in testa ai finiti liberal di sinistra?".

Dica pure ma niente querele...
"Tutto questo casino nasce dal Quirinale che ha scelto Conte come premier, nonostante da subito fossero girate quelle voci birichine sul suo Cv che dovevano essere più di una spia accesa, con gli incredibili cambi di maggioranza e, se vogliamo dirla tutta, non aver permesso a Draghi di andare al Quirinale".

E la terza?
"Che Draghi nella sua grandezza non ha capito che il presidente del Consiglio in italia è un primus Inter pares, ma lui si sentiva un po’ Macron e un po’ Biden. Non doveva ignorare i suoi ministri, schifare i capigruppo parlamentari dei partiti. Siamo una repubblica parlamentare e lui si è chiuso a riccio a Palazzo Chigi sentendo solo le sirene del suo consigliere Francesco Giavazzi e ha perso quindi lucidità e operatività. Basta vedere le nomine assurde fatte e quelle che aveva ancora in mente di fare, pensando addirittura di decapitare Banca d’Italia e Consob. Peccato davvero, in tanti, me compreso, avevamo convintamente puntato su di lui. Un’occasione persa".

E il Centrodestra?
"No comment. Una follia. Non riescono neppure a fare goal a porta vuota".

E il Partito Democratico?
"Il Pd di Enrico Letta certo, al quale il famoso campo largo con Conte si è trasformato in un campo santo".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    governo mattarella elezioni draghi





    in evidenza
    Affari in rete

    Guarda la gallery

    Affari in rete

    
    in vetrina
    Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid

    Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid


    motori
    Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

    Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.