A- A+
Politica

Un applauso e strette di mano. Poi la battuta: "Allora, la diamo la fiducia a Bersani? Siamo qui per questo". Il leader del Movimento 5 stelle, Beppe Grillo, arriva all'hotel Universo, a Roma, dove si svolge la riunione con i parlamentari del M5S. Il leader è entrato da una porta secondaria. Intercettato dalla telecamera di Ballarò, ha glissato sulle domande del giornalista. Con abiti scuri il leader del Movimento 5 Stelle ha abbassato lo sguardo ed è entrato senza proferire parola. Lo ha raggiunto il guru della comunicazione del movimento, Gianroberto Casaleggio. Dopo le tensioni dei giorni scorsi, è stato deciso di trasmettere in streaming la riunione di Grillo e Casaleggio con i neoeletti sul blog di Beppe Grillo.

grillo

Vito Crimi è stato eletto capogruppo del Movimento Cinque Stelle al Senato. E' questa la prima decisione emersa dalla seconda giornata di incontro oggi in un hotel della capitale per i neo eletti nelle liste del Movimento Cinque Stelle. "Non daremo la fiducia ad un governo formato da partiti, noi faremo solo il nostro dovere in Parlamento. Dobbiamo togliere la sudditanza del Parlamento al governo", ha detto Crimi prendendo la parola. Roberta Lombardi è stata eletta invece presidente del gruppo parlamentare di Montecitorio. "Sono d'accordo con quanto detto da Vito", si è limitata ad aggiungere.

Intanto il Pdl avverte i democratici: "E' vero, tocca al Pd la prima parola, ma sono pregati calorosamente di non fare drammaticamente sbattere il Paese contro un muro", spiega il segretario Angelino Alfano. Ma se Bersani esclude ogni ipotesi di governissimo con il Pdl e va dritto per la sua strada, salvo eventuali cambi di rotta nella direzione di dopodomani che dovra' esprimersi sulla proposta del segretario, da via dell'Umilta' si torna a ribadire che non c'e' alternativa a un esecutivo di larghe intese, altrimenti si deve tornare alle urne. "E' un momento complicato rispetto al quale tutte le forze politiche sono chiamate a una seria riflessione. Io sono d'accordo con il presidente della Repubblica quando sostiene che occorre garantire la stabilita' e la governabilita'", afferma il presidente uscente del Senato, Renato Schifani.

Per il comico genovese, che parla in un'intervista a Wired.it, alla fine Pd e Pdl si metteranno d'accordo e il premier sara' Corrado Passera: "Sono gia' d'accordo per mettersi assieme e governare facendo passare il Movimento 5 stelle come irresponsabile. Ma noi saremmo irresponsabili se ci alleassimo con loro". E in un'altra intervista, rilasciata alla stampa estera, Grillo ribadisce: "e' inammissibile" per lui assicurare stabilita' al prossimo governo italiano. Lanciandosi in un paragone storico, spiega: "Sarebbe come se Napoleone si mettesse d'accordo con Wellington". "La classe politica esistente deve essere sbattuta fuori immediatamente", dice, "come mi si puo' accusare di distruggere qualcosa che e' gia' stato distrutto? Si sono gia' mangiati il paese, ed ora non sono in grado di governare". Di diverso avviso Massimo D'Alema: "essendo il Pd la prima forza del Paese e avendo la maggioranza alla Camera nessuna soluzione puo' prescindere dal Pd". Quanto all'ipotesi di un accordo con il Pdl, "lo escludiamo", ha assicurato.

A Grillo si 'rivolge' anche il presidente dell'Europarlamento, Martin Schulz, "Gli elettori di Grillo vogliono che i problemi siano risolti, non solo l'opposizione a tutto. Io ritengo che gli italiani che hanno dato il voto alla formazione di Beppe Grillo desiderano che i problemi siano risolti". Intanto, si continua a ragionare sull'eventualita' di anticipare la prima seduta del nuovo Parlamento, fissata per legge il 15 marzo. Tra le ipotesi quella di anticipare l'insediamento delle nuove Camere lunedi' 12.


UE: 'LIETO INVITARLA P.CHIGI', MONTI AVVIA INCONTRI CON LEADER
"Sono lieto di invitarla a Palazzo Chigi per una informativa e uno scambio di opinioni. La mia segreteria prendera' i necessari contatti per concordare l'incontro, che confido possa avere luogo nei prossimi giorni. La ringrazio per la cortese attenzione e, in attesa di incontrarLa, Le porgo cordiali saluti". E' il passaggio finale della lettera che Mario Monti ha inviato "ai leader delle coalizioni o forze politiche rappresentate nel nuovo Parlamento, per invitare ciascuno di essi a distinti incontri a Palazzo Chigi in vista della riunione del Consiglio Europeo del prossimo 14 marzo sulle priorita' per la politica economica europea per l'anno 2013".  L'oggetto e' specificamente indicato, il prossimo Consiglio Ue. Resta il fatto che mario Monti ha invitato per un giro di incontri, separati, Silvio Berlusconi, Pier Luigi Bersani e Beppe Grillo. "Onorevole" i primi due, "signor" il terzo, come da convocazione allegata.
 

Vito Crimi e Roberta Lombardi, i neoeletti capigruppo del M5S a Camera e Senato


La delegazione di M5S a Palazzo Madama sarà guidata da Vito Crimi. 40  anni, assistente giudiziario alla Corte d'Appello di Brescia, ex candidato al Pirellone nel 2010, ora neosenatore. Crimi, che si propone di favorire una maggiore partecipazione dei cittadini nell'attività politica del Paese con nuovi strumenti per coinvolgere la base, si è avvicinato al Movimento nel 2007 all'epoca del primo V-Day. "In seguito ho cercato il meet-up di Brescia, mi sono iscritto e nel giro di poco tempo ero già all'opera. Da noi tu arrivi, proponi e fai". Crimi, cresciuto nel quartiere Brancaccio di Palermo, tra oratori e boyscout, vede proprio in uno dei loro motti una regola di vita: "Lo scout considera un onore meritare fiducia".
Studi di matematica interrotti, ha un debole per i libri di Ken Follett e Tom Clancy. Ora, con il voto alle Politiche, Crimi assiste a una "rivoluzione democratica" che lo porterà a Roma e, con un certo pragmatismo, è fiducioso che si possa uscire dall'attuale impasse.

roberta lombardi


 
 
Capogruppo alla Camera dei deputati Roberta Lombardi. 39 anni, un bimbo di dieci mesi, laurea in Giurisprudenza alla Sapienza e corso post laurea in Sviluppo manageriale alla Luiss, dice con orgoglio di aver lavorato sin dai tempi dell'Università. Prima di incontrare Grillo, per Roberta la politica era out. Tiene a dire che si era sempre tenuta lontana dal fetore  dei partiti. Nel 2007  la folgorazione sulla via del web: il blog di Beppe Grillo letto con più attenzione del solito, durante una assenza forzata dal lavoro per malattia. Da lì alla militanza attiva il passo fu breve. E da allora mai più passi indietro.  A Gennaio Lombardi era intervenuta sulla vicenda di Casapound, dicendo del fascismo che "prima che degenerasse aveva una dimensione nazionale di comunità attinta a piene mani dal socialismo, un altissimo senso dello stato e la tutela della famiglia". La nascita del figlio non ha sopito l'entusiasmo, anzi. "Perché non possiamo rassegnarci a questo lento morire dentro fatto di solitudine e indifferenza - scrive - perché abbiamo bisogno di sapere che lasciamo ai nostri figli un futuro e non li abbandoniamo a cavarsela da soli dopo averli messi al mondo".

vito crimi

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
passeragrillopremier
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti

Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.