A- A+
Politica
Grillo: "La mafia aveva una sua morale, poi la finanza l'ha corrotta"

In Sicilia per lo "sfiducia day" contro il governatore Rosario Crocetta, il leader del M5S Beppe Grillo prima dice che la mafia "aveva una sua morale", ma "è stata corrotta dalla finanza". Poi, consiglia di "quotare la mafia in Borsa" perché così ci si guadagnerebbe e sottolinea come, ora, nelle "organizzazioni criminali ci siano solo magistrati e finanzieri".

Infine "difende" Riina e Bagarella: "Hanno impedito" loro di andare al Colle (per la deposizione di Napolitano ndr) ma per proteggerli: hanno già avuto il 41 bis, un Napolitano bis sarebbe stato troppo...". Tutte dichiarazioni, comprese quelle rivolte al Governatore della Sicilia ("Firmate ai banchetti per la sfiducia a questo qui e lo mandiamo via questo qui non si capisce cosa sia sotto ogni punto di vista...") che fanno gridare allo scandalo. Con lui ben consapevole: "Vedrete - dichiara in piazza - i giornali titoleranno "Grillo inneggia alla mafia".

Tags:
grillomafia
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up

Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.