A- A+
Politica


Di Angelo Maria Perrino
 

Affaritaliani.it è stato il primo a lanciare Passera premier. Leggi il commento di Angelo Maria Perrino di lunedì 25 febbraio
 

Son contento che l'amico Beppe Grillo mi sia venuto dietro sull'ipotesi Corrado Passera premier. E' l'ipotesi più seria che vi sia oggi sul tavolo della politica. Il perché  l'ho spiegato nell'articolo che ho scritto lunedì scorso, a caldo, nel pieno dello spoglio elettorale, quando si è delineato lo stallo tra le forze politiche e si è percepita con chiarezza l'impossibilità numerica di formare un nuovo governo, se non attraverso la sinergia Pd-Pdl in un governissimo di larga coalizione. La maggioranza strana, insomma. Un bis di Monti, senza Monti. Anzi guidato da un montino, Passera appunto.

Devo ringraziare i colleghi di 'Mattino 5' e di 'Radio anch'io' che mi hanno preso in parola invitandomi a spiegare la mia proposta e dibattendola lungamente. La mia idea è stata invece ignorata dai giornaloni del Palazzo ("salme che parlano di tombe", secondo l'amico Beppe) che riempiono paginate di aria fritta e si sono innamorati di ipotesi impossibili, come l'appoggio di Cinquestelle al monocolore Pd di Pierluigi Bersani.

A volte, leggendo questi opinionisti e direttori dei giornaloni, che al mattino strologano sulle loro improbabili diagnosi e terapie attraverso le loro prime pagine e a sera si trasferiscono in queste fabbriche di parole in libertà che son diventati i talk show, mi domando: ma dove vivono? E perché vengono pure pagati per scrivere le loro fandonie? Non ne hanno imbroccata una (a partire dal successo di Beppe Grillo). Cos'è la loro, disinformazione? Mancanza di cultura politica? Mancanza di cultura tout court? Certo non conoscono l'epistemologo Wittgeinstein quando stigmatizzando le strong opinion sparate a casaccio raccomandò: "Di ciò di cui non si può parlare si deve tacere".

La politica non è il calcio e Montecitorio non è il bar sport. Passera non è Balotelli e Monti non è né Pazzini, né Cassano. Prima di tacere rottamandosi e lasciando spazio a commentatori più giovani e meno embedded ai tran tran del Palazzo, i  colleghi politologi, quelli che tutti i giorni fanno il loro inutile Punto e il Retroscena, che ormai si confondono con l'arredo urbano di piazza  Montecitorio e producono panna più montata di quella del mitico bar Gemelli, di fronte alla Camera scrivano di Passera, visto che l'ha detto Grillo e non possono ignorarlo. Sennò  prendono il buco, che peraltro non gli deve sembrare così grave, visto che sono proprio la banda del buco.

Tags:
grillopasserabuco

i più visti

casa, immobiliare
motori
Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in

Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.