A- A+
Politica

1. PREMESSA

Questo Nucleo ha in corso indagini di P.G. nell'ambito del P.P. n. 20219/12, instaurato presso la Procura della Repubblica di Torino - Proc. agg. Dr. Vittorio Nessi e Sost. Pr. Dr. Marco Gianoglio, in ordine al reato di falso in bilancio aggravato commesso in seno alla società FONSAI S.p.A. in relazione agli esercizi dal 2008 al 2011, nonché di ostacolo all'attività di vigilanza, infedeltà patrimoniale, falso in prospetto e manipolazione del mercato per il medesimo periodo. Giuste adelega ricevuta per le vie brevi in data 26.08.2013, si riporta quanto segue.

2. ATTIVITA' SVOLTA

Si premette che in data 17.07.2013, giorno degli arresti effettuati nei confronti della famiglia Ligresti e degli ex Ad di Fondiaria Sai Fausto Marchionni ed Emanuele Erbetta, è stata intercettata una telefonata sull'utenza intestata ed in uso a Fragni Gabriella, compagna convivente di Salvatore Ligresti, proveniente dal numero intestato al Ministro di Grazia e Giustizia ed in uso al Ministro Annamaria Cancellieri. La conversazione appare come messaggio di solidarietà nei confronti della compagna di Salvatore Ligresti.

Se ne riporta di seguito la trascrizione:

Fragni: Pronto
Cancellieri: Lella?
F: Sì.
C: sono Annamaria. Io sono mesi che ti voglio telefonare per dirti che ti voglio bene, la vita mi scorre in una maniera indegna. Ma oggi dico: “devo trovare il”… perché te lo devo dire, ti voglio bene, guarda, ti trovo vicino e tu non puoi immaginare da quanto tempo.
F: (piange)
C: tu non puoi immaginare, ecco…e adesso basta, guarda, ti voglio proprio bene da morire. Ho sempre detto: “ora la vado a trovare, la vado a trovare”. Ma poi non son manco come mi chiamo io un altro po’
F: è stata la fine del mondo.
C: la fine del mondo, la fine del mondo sì.
F: e poi tutto sommato (incomprensibile) lui non se lo merita.
C: no no, ma poi m’anno detto che sta male, ma povera Lella, guarda.
F: (piange)
C: senti, non è giusto non è giusto lo so...tu non sai quante volte ho detto: “ora la chiamo” e poi non vengo più a Milano, non so più chi sono…ma da tanto tempo. Poi oggi ho detto: “no adesso basta, il tempo lo devo trovare perché non è possibile questo non è possibile”.
F: la persona, guarda, più buona.
C: eh lo so, lo so, lo so, povero figlio (fonetico), lo so, lo so.
F: ha sempre fatto quello che poteva per tutti, guarda che fine.
C: lo so, lo so, lo so, lo so.
F: ma io non è che ammetto che non fatto errori, Annamaria, ma per l’amor di Dio.
C: noooo però.
F: Annamaria l’hanno fatto però c’è modo e modo anche di fare.
C: c’è modo e modo. Poi sono (incomprensibile)
F: poi, sai, con il mondo che abbiamo, tutto pulito in una maniera, coso…
A: mah sì..sì..
F: sembrano loro che devono ripulire il mondo, non lo so. Poi lui, lui soprattutto…
C: lui, lui, sì sì
F: lui non se lo meritava, ha lavorato tutta la vita come una bestia, non ha mai fatto il milionario, non ha mai fatto vacanza, non ha mai fatto niente…
C: lo so, lo so.
F: niente, ecco almeno fosse stato un filibustiero, nel bene e nel male ha dato da mangiare a 20-30 mila famiglie non so io, non lo so.
C: no, so di essere in un Paese (incomprensibile)
F: ma poi (piange)
C: eh lo so, lo so me l’hanno detto, me l’hanno detto. Io ogni tanto sento Nino (fonetico) gli chiedo notizie, non la vedo.
F: è venuto, è venuto anche ieri, l’altro giorno.
C: comunque guarda qualsiasi cosa io possa fare conta su di me, non lo so cosa possa fare però guarda son veramente dispiaciuta.
F: eh non lo so.
C: sono veramente dispiaciuta. Ma sono mesi che ti voglio… Poi ci sono state le vicende di Piergiorgio quindi… guarda…
F: eh sai anch’io non ho mai chiamato perché mi veniva sempre in mente quel discorso che avevi fatto in cascina, quando mi dicevi: “io non sono contenta non vorrei che ci andasse di mezzo la nostra amicizia” purtroppo sembrava quasi un…
C: guarda, maledetto quel momento, guarda.
F: (piange)

C: eh vabbè…io non so se quanto mai rientrerò a Milano ma appena riesco ad arrivarci, ormai fino a tutto settembre, ti vengo subito a trovare. Però qualsiasi cosa, veramente, con tutto l’affetto di sempre… con tutto l’affetto di sempre, guarda, non …
F: va bene va bene. Quando vieni t’aspetto.
C: se tu vieni a Roma, proprio qualsiasi cosa adesso serva, non fate complimenti guarda non, non è giusto, guarda non è giusto.
F: senti, ti mando un bacio, ciao.
C: ti abbraccio con tantissimo affetto.

Nel corso della telefonata Annamaria Cancellieri "fa anche riferimento al fatto di sentire spesso "Nino", riferita - verosimilmente - ad Antonino Ligresti, fratello di Salvatore".

Successivamente, dal monitoraggio del numero cellulare in uso alla sig.ra Fragni Gabriella, in data 17 agosto 2013, alle ore 18.54.09 è stata intercettata una conversazione tra la convivente e Ligresti Antonino. I due interlocutori discutono dello stato di salute di Giulia Maria Ligresti, soggetto colpito da misura cautelare in carcere nell'ambito del P.P. per il quale si procede. In particolare, la sig.ra Fragni fa riferimento ad un articolo di giornale pubblicato in data 17 agosto 2013 sul Corriere della Sera, che tratta del rigetto dell'istanza di scarcerazione ad opera del gip Silvia Salvadori nonostante il parere favorevole dei pm, nonché delle precarie condizioni di salute dell'arrestata. In tale contesto, Fragni considera la mancata scarcerazione come un accanimento nei confronti della figlia del suo compagno e chiede aiuto al fratello dell'ing. Salvaore Ligresti per contattare una persona, non meglio identificata nel corso della conversazione, che potrebbe aiutarli i8n riferimento a tale circostanza, senza specificare in cosa consisterebbe tale aiuto.

Si riporta uno stralcio della conversazione intercettata:

L: Ciao Lella.
F: Uè, sono io, ciao come stai?
L: beh, abbastanza bene.
F: noi abbastanza male, così, insomma, è una cosa guarda disastrosa. Senti Nino, oggi è uscito sul Corriere un articolo interessante, molto, vorrei che tu raggiungessi perché non ci sono riuscita, quella nostra amica.
L: Sì.
F: Penso che potrebbe fare qualcosa.
L: Sì, ho capito.  

Nel corso della medesima conversazione, si registrano delle presunte accuse nei confronti del sistema giudiziario rivolte dalla compagna dell'ing. Salvatore Ligresti:

L: adesso la cosa che preoccupa è Giulia.
F: ecco, riguardava proprio lei, riguardava lei sotto tutti gli aspetti, ma siccome hanno fatto una cosa, poi se leggi l'articolo di oggi, dove... capisci.
L: Sì l'ho letto, l'ho letto.
F: ecco, penso che potrebbe fare qualcosa, perché han fatto qualcosa fuori regola (riferita ai giudici, ndr) … insomma, tutti hanno le loro colpe, accanirsi però diventa una cosa veramente schifosa.

Il giorno seguente, il 19 agosto, Antonino Ligresti rassicura la Fragni sul buon esito del contatto.

Antonino Ligresti: Ho stabilito il contatto e aspetto risposta.
Fragni: Ah, bene. Lo sapevo, non potevo sbagliare: mi sono detta, se c’è una persona è lui, non c’è niente da fare. Insomma, vuol dire che il sangue qualcosa fa eh, dai!

A seguito di tale telefonata è stato richiesto il tabulato di Antonino Ligresti dal 17 al 19 agosto, al fine di verificare i contatti avuti. Effettivamente è emerso come successivamente alla conversazione tra la Fragni ed Antonino Ligresti, questi effettui un tentativo sull'utenza intestata al ministero degli Interni ed in uso ad Annamaria Cancellieri" alle ore 17.09 del 18 agosto, senza che vi sia conversazione, ed un secondo tentativo alle ore 19:33, della durata di 14 secondi. Successivamente, il giorno 19 agosto alle 13:33, vi è traccia di una chiamata in uscita dall'utenza in uso al Ministro Cancellieri verso il numero di Antonino Ligresti. La conversazione, di circa 6 minuti, termina alle 13:39.

CONCLUSIONI

In ragione delle considerazioni sopra riportate ed al fine di verificare quali siano stati i contatti di Antonino Ligresti nel periodo successivo agli arresti dei propri parenti, si richiede di voler valutare la possibilità di acquisire il tabulato relativo al numero in uso a Antonino Ligresti, a far data dal 17 luglio 2013 fino al 29 agosto 2013.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cancellieri
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Renault e Mathieu Lehanneur presentano il concept-car della mitica R4

Renault e Mathieu Lehanneur presentano il concept-car della mitica R4


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.