A- A+
Politica

La Cancellieri giurò fedeltà alla Costituzione, davanti a Napolitano. E non all'influente e munifico don Totò Ligresti. Si tratta di un caso, delicato, ben tratteggiato dalla penna satirica di Giannelli sul "Corsera", che evidenzia raccomandazioni ma non reati.

E, paradossalmente, la ex prefetta di Bologna potrebbe citare a sua difesa quanto disse alla figlia la compagna di Ligresti. La signora bocciò il comportamento della ministra, dalla quale la famiglia dell'influente costruttore siciliano si sarebbe aspettata molto di più. Insomma, segnalazioni, pressioni, santi in Paradiso e governanti a mezzo servizio tra sobrietà istituzionale e favori privati.

Compete alla sensibilità del premier, inflessibile con le indifese Idem e Biancofiore, e a quella dell'interessata valutare, presto, se, per il governo e per i cittadini, si possa continuare, nel Palazzo, assediato da Grillo, a dimostrare queste concezione e prassi in ruoli così delicati, in un Paese, che ancora non si allontana da quell' "Italia alle vongole", in cui tutti vogliono, veltronianamente, bene a tutti - ma a Giulia Ligresti molto di più che al povero Stefano Cucchi-di cui parlò, da par suo, Ennio Flaiano.

Pietro Mancini

Iscriviti alla newsletter
Tags:
ligresticancellieri
in evidenza
Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa

Scatti d'Affari

Confindustria, presentazione del 3° Rapporto sulle Reti d’Impresa

i più visti
in vetrina
Sanremo 2022, svelata la scenografia: tra passato e futuro. FOTO

Sanremo 2022, svelata la scenografia: tra passato e futuro. FOTO


casa, immobiliare
motori
Porsche Taycan nuova safety car della Formula E

Porsche Taycan nuova safety car della Formula E


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.