A- A+
Politica
Lazio, Francesco Rocca: "Non lo nascondo, spacciavo eroina. Ma era 38 anni fa"

Lazio, Rocca: "Spaccio? Vivevo ad Ostia, non è un ambiente tranquillo"

Il centrodestra ha sciolto la riserva e indicato Francesco Rocca come suo candidato per le elezioni del Lazio del 12 febbraio prossimo. Bocciato per la terza volta Fabio Rampelli, che partiva favorito. "Lui è uno dei migliori politici che conosca. Non spetta a me - dice Rocca a La Stampa - dire perché alla fine la scelta sia ricaduta su di me". Rocca, che si è appena dimesso dalla presidenza della Croce rossa per affrontare la campagna elettorale, racconta la sua storia personale e non nasconde le difficoltà. "Non posso e non voglio nascondere il mio passato. Ma sono trascorsi 38 anni, all'epoca ne avevo solo 19 ed ero pieno di problemi e fragilità. Mia madre da lì a poco sarebbe morta per un cancro, ero molto sofferente e iniziai a usare gli stupefacenti. Vivevo ad Ostia, che non è proprio un ambiente tranquillo, e sono finito in un giro di amicizie sbagliate. Ma ho pagato il conto con la giustizia: mi sono fatto un anno agli arresti domiciliari e ho iniziato un proficuo percorso di recupero".

"Ero stato coinvolto - prosegue Rocca a La Stampa - nello spaccio di eroina da parte di un clan di nigeriani. Ho subito una condanna a tre anni, uno l'ho passato ai domiciliari. Mentre ero rinchiuso in casa ho iniziato a studiare Legge e mi sono poi laureato in soli tre anni e mezzo. Appena tornato libero ho cominciato a impegnarmi nel volontariato con la Caritas. E da allora non ho mai smesso di essere in prima linea sul sociale". Rocca svela anche il suo piano per il Lazio. "Il mio obiettivo è quello di migliorare la vita dei cittadini laziali, soprattutto sul fronte della mobilità e della sanità, che negli ultimi dieci anni è rimasta congelata. Voglio eliminare le lunghe liste d’attesa nel settore pubblico e diminuire gli intasamenti dei pronto soccorso e migliorare l’umanizzazione dei servizi".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
francesco roccalazio





in evidenza
Oscar 2024, è allarme pubblicità? La Disney va a caccia di inserzionisti

Spot ancora invenduti a due settimane dall'evento. I prezzi

Oscar 2024, è allarme pubblicità? La Disney va a caccia di inserzionisti


in vetrina
Federica Masolin non lascia del tutto, Vicky Piria new entry: la rivoluzione di Sky F1

Federica Masolin non lascia del tutto, Vicky Piria new entry: la rivoluzione di Sky F1


motori
GIMS 2024: De Meo Renault chiede un "Airbus" dell'auto elettrica

GIMS 2024: De Meo Renault chiede un "Airbus" dell'auto elettrica

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.