A- A+
Politica
Lega, a Giorgetti piace Draghi premier. Per Salvini è un regalo a FdI ed è no

Visioni e strategie politiche differenti, come spesso è accaduto in casa Lega. Da un lato Matteo Salvini, che dopo l'incontro al Quirinale con il Presidente Sergio Mattarella ha detto chiaramente che l'unico sbocco alla crisi di governo sono le elezioni anticipate, accantonando così l'idea di un esecutivo di Centrodestra che cerca in questo Parlamento i numeri necessari per avere la maggioranza. Dall'altra parte Giancarlo Giorgetti, più che mai silente in questi giorni, al quale - spiegano fonti qualificate - non dispiacerebbe affatto un governo di unità nazionale guidato dall'ex presidente della Bce Mario Draghi per poi andare al voto nel 2022, dopo l'elezione del nuovo Capo dello Stato (non escluso il Mattarella bis vista l'emergenza soprattutto economica), nella speranza che ormai la pandemia sia alle spalle.

L'ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio del Conte I avrebbe trovato sponda in Forza Italia, Gianni Letta in testa, sapendo perfettamente che nessun azzurro, a partire da Silvio Berlusconi, vuole andare alle urne con i sondaggi attuali. Il progetto sarebbe quello di un esecutivo tecnico e di alto profilo con Draghi premier e che goda della fiducia in Parlamento di quasi tutte le forze politiche. Per Giorgetti, spiegano le fonti, prima delle elezioni sarebbe meglio affrontare i nodi economici del Paese e assicurare il massimo utilizzo dei fondi europei in arrivo con il Recovery Fund.

Ma Salvini non condivide questa linea e si è schierato apertamente sulle posizoni delle voto subito portate avanti da Giorgia Meloni perché teme che le inevitabili misure impopolari che prenderebbe un esecutivo tecnico a guida Draghi penalizzerebbero fortemente la Lega dal punto di vista del consenso elettorale regalando una vera e propria autostrada a Fratelli d'Italia. La Meloni, infatti, mai e poi mai appoggerebbe un governo di larghe intese con Pd e Movimento e 5 Stelle e in questo scenario giorgettiano sarebbe l'unica vera opposizione nel Paese e in Parlamento.

Il timore dell'ex ministro dell'Interno è che FdI, in questo caso, possa raggiungere se non addirittura superare la Lega nel 2022 (o nel 2023), visto anche l'andamento degli ultimi mesi dei dati con Salvini in calo e la Meloni in crescita. Ecco quindi la forte richiesta di elezioni subito e il tramonto dell'ipotesi Draghi. Forza Italia, dal canto suo, non vuole essere l'unico partito del Centrodestra ad allearsi con Pd, M5S e Italia Viva (la famosa coalizione Ursula), pena il probabile tracollo elettorale, e non farà mai passi in questa direzione se non ci sarà almeno un'altra grande forza politica della coalizione. Ecosì tutti per il voto immediatamente.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    lega governo salvini giorgettilegagiancarlo giorgettimario draghimatteo salvini
    in evidenza
    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    Corporate - Il giornale delle imprese

    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    i più visti
    in vetrina
    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


    casa, immobiliare
    motori
    Gruppo Renault festeggia il 1° anniversario della Refactory

    Gruppo Renault festeggia il 1° anniversario della Refactory


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.