A- A+
Politica
Lega, Bossi e Belsito condannati per maxi truffa Parlamento

Umberto Bossi e il genovese Francesco Belsito, rispettivamente fondatore ed ex tesoriere della Lega Nord, sono stati condannati a 2 anni e mezzo e a 4 anni e 10 mesi di carcere nel processo per la maxi truffa al Parlamento italiano, che porto' 56 milioni di euro nelle casse del Carroccio, poi utilizzati non per le finalita' previste dalla legge.

Nel periodo tra il 2008 e il 2010, secondo l'accusa, sarebbero stati presentati rendiconti irregolari al Parlamento per ottenere indebitamente fondi pubblici che sarebbero stati poi in gran parte usati per spese personali della famiglia Bossi.

Nell'occasione sono stati condannati anche alcuni ex revisori dei conti della Lega, Diego Sanavio, Antonio Turci e Stefano Aldovisi (i primi due a 2 anni e 8 mesi, il terzo a un anno e nove mesi) e i due imprenditori Paolo Scala e Stefano Bonet (5 anni ciascuno), ed e' stato disposto il sequestro di 48 milioni di euro al partito.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
legaumberto bossibossi condannatobelsito
in evidenza
In gol Arturo Calabresi È il figlio del Biascica di Boris

Coppa Italia, Roma-Lecce

In gol Arturo Calabresi
È il figlio del Biascica di Boris

i più visti
in vetrina
Cristina d'Avena in salsa piccante: "Sesso o cibo? Difficile scegliere"

Cristina d'Avena in salsa piccante: "Sesso o cibo? Difficile scegliere"


casa, immobiliare
motori
Peugeot 9X8, molto più che un'auto da corsa

Peugeot 9X8, molto più che un'auto da corsa


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.