A- A+
Politica

Ancora 'tensione' fra i militanti della Lega Nord e il ministro dell'Integrazione, Cecile Kyenge. Non si e' placato l'eco delle dichiarazioni di un'esponente del Carroccio padovana, poi espulsa, che aveva invitato allo stupro del ministro, che dalla pagina ufficiale su Facebook della sezione di Legnago si apre un nuovo fronte. "Se sono una risorsa... va a fare il ministro in Congo!!!! Ebete!", si legge sulla pagina come commento a un articolo di giornale in cui la Kyenge definiva una risorsa gli immigrati.

Dalle pagine del 'Corriere di Verona' prova a minimizzare il segretario locale, Marco Pavan: "In dialetto veneto ebete e' un aggettivo che diventa persino affettuoso e vuol dire ingenuo", ha detto. Non sono dunque servite le parole del presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, che proprio ieri aveva invitato a un "confronto doveroso", che "debba avvenire nell'ambito della buona educazione e della civilta'".

Tags:
congokyenge
in evidenza
Diletta Leotta va in gol, da San Siro a Sanremo. Le foto

Sfilata da sogno e... da ridere

Diletta Leotta va in gol, da San Siro a Sanremo. Le foto


in vetrina
Gruppo FS: un totem al Binario 21 per ricordare le vittime della Shoah

Gruppo FS: un totem al Binario 21 per ricordare le vittime della Shoah


motori
BMW accelera nella mobilità elettrica

BMW accelera nella mobilità elettrica

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.