A- A+
Politica
La Lega a un passo dalla scissione. Tosi si fa bocciare per andarsene


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


Altro che Salvini che si dice "fiducioso" su un accordo con Tosi sulle Regionali in Veneto. La Lega Nord, secondo quanto Affaritaliani.it ha appreso da fonti qualificate e certe, è a un passo da una clamorosa rottura. Proprio quando i sondaggi continuano a dare il Carroccio in ascesa, nettamente sopra Forza Italia, in Veneto (culla leghista insieme alla Lombardia) sta per consumarsi uno strappo senza precedenti. Ma facciamo un po' di ordine. La settimana sorsa, prima della riunione della Liga Veneta guidata dal sindaco di Verona, Tosi e fedelissimi si sono riuniti in gran segreto per preparare la spaccatura. Una strategia studiata a tavolino, che ha messo nel mirino non tanto Luca Zaia quanto Matteo Salvini.

Nel summit regionale del Carroccio veneto il trevigiano Luca Baggio, presidente della Liga, ha addirittura proposto di candidare alle Regionali Tosi e non Zaia. Una dichiarazione passata inosservata ma che aveva proprio l'intento di fungere da detonatore per far esplodere il movimento. Lunedì, poi, si sono incontrati i tre protagonisti della vicenda. Salvini è uscito scuro in volto e ha fatto dichiarazioni di circostanza auspicando l'unità del partito. Ma così non è. Tosi vuole arrivare alle elezioni con una serie di liste civiche, come a Verona, tra cui la sua, mentre la linea di Salvini e Zaia è netta: solo il simbolo della Lega appoggiato dalla lista del candidato Governatore. Il fatto è che Tosi sa perfettamente che il presidente uscente e soprattutto il segretario federale non possono accettare la sua proposta e quindi la sua scelta di tirare dritto nasconderebbe la volontà di farsi bocciare da Salvini per poi avere il pretesto per uscire dal Carroccio e candidarsi alle elezioni contro Zaia e con una coalizione di liste civiche che comprenda anche Italia Unica di Corrado Passera.

Tosi - spiegano in Via Bellerio - è furioso per la decisione del leader di candidarsi di fatto a Palazzo Chigi (quando ci saranno le elezioni politiche) e continua a parlare di un precedente accordo con Maroni in base al quale sarebbe dovuto essere lui il candidato premier del Carroccio in caso di primarie del Centrodestra. L'obiettivo del primo cittadino scaligere sarebbe quindi indebolire Salvini facendogli perdere le elezioni proprio in una delle Regioni chiave per la Lega. Salvo improbabili ripensamenti, la scissione nella Lega è ormai imminente. Tosi, numeri alla mano, avrebbe la possibilità di far decadere l'attuale consiglio regionale Veneto, controllando circa la metà dei consiglieri leghisti. In termini di segretari provinciali, comunali e di militanti, invece, la sua uscita non provocherebbe particolari terremoti, assicurano fonti salviniane.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
legacarrocciozaiasalvinivenetoelezioni regionalielezioniregionali
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

i più visti
in vetrina
Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C

Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C


casa, immobiliare
motori
Incentivi auto 2022: Stellantis guida la transizione zero emissioni in Italia

Incentivi auto 2022: Stellantis guida la transizione zero emissioni in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.