A- A+
Politica


Come anticipato da Affaritaliani.it, accordo fatto tra Matteo Renzi e Silvio Berlusconi sulla riforma della legge elettorale. Soglia di accesso al premio al 37%, premio del 15% ma con il tetto del 55%: ossia nessuna coalizione può conquistare più del 55% dei parlamentari. Una clausola, quest'ultima, vista come una garanzia contro possibili tentativi di modifica della Costituzione da parte di una sola forza politica. Lo sbarramento per l'ingresso in Parlamento (per chi si presenta all'interno di una colazione) si riduce poi al 4,5% ed è prevista la clausola salva-Lega: i partiti che ottengono il 9% in almeno tre regioni rientrano comunque in Parlamento. Sono inserite su richiesta dell'Ncd le multi candidature.

La trattativa si è chiusa dopo un lungo negoziato e dopo che Berlusconi è riuscito a piegare le resistenze interne. Per il Pd l'ultima riunione è stata organizzata da Renzi con la Boschi, Speranza e Franceschini. Numerose le telefonate intercorse tra lo stato maggiore democratico e forzista. Infine anche il via libera di Alfano e di Scelta Civica che ha considerato prioritario introdurre la soglia del 37%.

Esulta Matteo Renzi: "Dopo anni di melina, in qualche settimana si passa dalle parole ai fatti"."Bene cosi' - aggiunge - Adesso sotto con il Senato, le Province, il titolo V. E soprattutto con il Jobs act. Dai che questa e' la volta buona" Da Bruxelles risponde Enrico Letta: una buona notizia se si fanno le riforme. E le riforme andranno fatte entro la fine dell'anno. Intanto, appena fatta chiarezza, si parta con Impegno 2014.

"Noi non abbiamo aderito a nessun accordo, per ora", reagiscono fonti parlamentari del Nuovo Centrodestra. "Noi - aggiungono le stesse fonti - non abbiamo siglato ancora nulla", lasciando intendere che il Salva Lega e' ancora li' come un macigno. Anche Sel, attraverso Ciccio Ferrara, promette che in Aula verranno alzate le barricate. Preferisce parlare di un "primo passo avanti" anche Scelta civica, a lasciar intendere che altri dovranno seguirne in futuro. L'umore tra le forze minri, insomma, non e' certo dei migliori. Giorgia Meloni, di Fratelli d'Italia, avverte il premier: "A Enrico Letta e' chiaro che la fretta sulla legge elettorale serve a Renzi per farlo fuori e votare a maggio?".

Legge  Elettorale: Renzi, ottimista su approvazione rapida
"Sono ottimista che questo accordo possa essere approvato e anche rapidissimamente". Lo ha detto Matteo Renzi parlando, al Tg1, dell'intesa sulla legge elettorale. E poi: "Sarebbe il colmo se quelli che non sono riusciti a fare la legge fino a oggi improvvisamente non avessero il coraggio di dire fuori quello che pensano, ma si nascondesserto dietro il voto segreto".

Per il segertario del Pd "gli italiani non mangiano di legge elettorale, ma sono 20 anni che i politici danno l'impressione di litigare su tutto. Con la possibilita' di scrivere insieme le regole del gioco e' come se si fosse rotto l'incantesimo, si fosse sbloccata la magia".  "Con le regole che abbiamo scritto - ha concluso Renzi - male che vada ci sara' un ballottaggio per cui qualcuno vincera' sempre".

Tags:
legge elettorale
in evidenza
Berardi ciliegina dello scudetto Leao deve 20 mln allo Sporting

Le mosse del Milan campione

Berardi ciliegina dello scudetto
Leao deve 20 mln allo Sporting

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale

Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.