A- A+
Politica
michela biancofiore p

Il presidente del Consiglio, Enrico Letta, ha modificato le deleghe assegnate al sottosegretario Michaela Biancofiore che d'ora in poi si occupera' di pubblica amministrazione e semplificazione e non piu' di pari opportunita' e sport. La decisione e' giunta dopo la lettura stamani di una intervista del neo sottosegretario. Proprio ieri, durante la cerimonia di giuramento, Letta aveva richiamato la squadra di governo a sobrieta' nella organizzazione dei ministeri ma soprattutto nelle dichiarazioni, facendo notare come una squadra bipartisan deve avere necessariamente massimo rispetto reciproco. L'intervista di stamani e' stata considerata, dunque, una infrazione di queste 'regole di ingaggio' annunciate ieri dal premier. La modifica delle deleghe, si apprende da fonti di governo, dunque, viene considerata come 'l'ultima chance' per la sottosegretaria Biancofiore.

La sottosegretaria per le Pari Opportunita' oggi in varie interviste si era difesa dalle accuse di omofobia. "Non sono omofoba. Mi piacerebbe - ha osservato Michaela Biancofiore - per una volta che anche le associazioni gay, invece di autoghettizzarsi e sprecare parole per offendere chi non conoscono, magari condannassero i tanti femminicidi delle ultime ore. Difendono solo il loro interesse di parte". Parlando a Repubblica, Messaggero e Corriere della Sera, "Nei miei confronti - ha detto tra l'altro - e' stata messa in atto una discriminazione preventiva ingiustificata e fondata su presunte dichiarazioni malamente estrapolate". "I gay sono discriminati? Se e' per questo - ha risposto - sono piu' discriminate le donne. Perche', invece di fare queste sterili polemiche, le associazioni gay non fanno comunicati sugli omicidi delle donne? E perche' non lo hanno fatto per il ferimento dei carabinieri?". 

GAY CENTER, BENE LETTA SU NUOVE DELEGHE A BIANCOFIORE - Giusta da parte di Enrico Letta la decisione di non assegnare la delega alle Pari Opportunita' al sottosegretario Michaela Biancofiore. Ne e' convinto Fabrizio Marrazzo, portavoce di Gay Center, secondo cui "l'esponente del Pdl non e' certo la persona giusta per affrontare questioni che hanno bisogno di un confronto sereno". Spiega Marrazzo in una nota: "attaccare le associazioni gay come ha fatto oggi la Biancofiore e' segno di presunzione. Se c'e' chi deve fare autocritica sul mancato avanzamento dei diritti civili in Italia questa e' la politica, non certo i movimenti".

VENDOLA, RITIRO DELEGHE BIANCOFIORE? DECENZA E' SALVA - "Almeno la decenza e' salva". E' il commento di Nichi Vendola, presidente di Sinistra Ecologia Liberta', su Twitter alla decisione del presidente del Consiglio di ritirare la delega alle pari opportunita'Ø all'esponente PdL Biancofiore, "che come in passato, anche oggi ha dato prova sulla stampa dei suoi pregiudizi e del suo disprezzo sul tema dei diritti delle persone". Lo rende noto l'ufficio stampa nazionale di Sel.

ZAN (SEL), DECISIONE GIUSTA SU DELEGHE A BIANCOFIORE - "Se come si apprende Letta ha deciso di non assegnare alla Biancofiore la delega alle Pari Opportunita' questa sarebbe una decisione giusta e una vittoria di tutti noi che abbiamo contestato questa scelta. Va ricordato anche che Michaela Biancofiore nella scorsa legislatura voto' a favore delle pregiudiziali di incostituzionalita' sulla legge anti-omofobia, contribuendo ad affossare un provvedimento importante". Lo dichiara Alessandro Zan, deputato di Sel ed esponente movimento gay.

GAYLIB, NIENTE DELEGA A BIANCOFIORE? GIUSTO COSI' - "E' giusto che sia cosi': non si nomina sottosegretario alle Pari Opportunita' una persona che ha sempre preso posizione contro i gay e contro i loro diritti, pur sapendo che l'Italia e' fanalino di coda dell'Europa in materia di riconoscimento delle coppie dello stesso sesso". Per Enrico Oliari, presidente di GayLib (gay di centrodestra), "bene ha fatto il premier Letta a togliere a Micaela Biancofiore quella delega, quel posto va dato a chi conosce in toto la tematica, senza pregiudizi e soprattutto senza esclusione di nessuna categoria sociale". "Biancofiore sbaglia a vedermi come un oppositore politico - continua Oliari - dal momento che ho avuto in tasca la tessera del Pdl fino a ieri. Per me, tuttavia, liberta' non significa solo quella del capo, bensi' quella di tutti i cittadini, a prescindere dal loro orientamento affettivo. E visto che giusto ieri si e' definita 'teutonica', perche', invece di porsi contro le unioni gay, non va a vedere cosa succede in Germania, dove la Lebenspartneschaft e' una realta' consolidata da anni?".

Tags:
biancofiorepari opportunitàletta

i più visti

casa, immobiliare
motori
Tecnologica ed elegante nuova DS 4 in arrivo a fine anno

Tecnologica ed elegante nuova DS 4 in arrivo a fine anno


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.