A- A+
Politica
M5s disastro elezioni: fuori dai ballottaggi in tutte le città più importanti

Le elezioni amministrative 2017 sono un flop colossale per il M5s. I comuni più importanti li rifiutano infatti alla guida della città e li cacciano via al primo turno. Genova, Parma, Palermo, Verona, ma anche Padova escludono i grillini dal ballottaggio, e le implicazioni di questa sconfitta sono pesantissime.
In primis la colpa va alla catastrofe di Virginia Raggi a Roma e alla strage mancata a Torino con una Chiara Appendino svanita per ore e ore mentre i feriti affollavano gli ospedali. Le due gentili donzelle che, un anno fa esatto, erano i fiori all'occhiello del Movimento Cinque Stelle, oggi sono due zavorre che lo affondano.
A Genova poi, la Genova di Beppe Grillo, la sua città natale, la città più importante di queste amministrative, il m5s è stato castigato dalla scelta dissennata di sconfessare e annullare il risultato delle primarie che vedevano vincente Marika Cassimatis per preferirgli il candidato scelto dall'alto ovvero Luca Pirondini. Che si ferma al primo turno. A Parma, dove il m5s ha cacciato il personaggio che, da sindaco di Parma con il faccino pulito, convinse milioni di italiani a votare per il M5s nel febbraio 2012, ovvero Federico Pizzarotti, il Movimento viene fortemente penalizzato e il sindaco uscente si prende la rivincita sui suoi aguzzini con una rilevante affermazione personale. Che dire di Palermo? Piagata dallo scandalo delle firme false, da tre parlamentari pentastellati indagati e dalle ombre sul candidato sindaco Ugo Forello, fra sale bingo e audio rubati sulla gestione di addiopizzo...
La sconfitta è cocente, e senz'altro avrà gravi ripercussioni e la prima a finire nell'occhio del ciclone sarà Virginia Raggi, su cui pesano eventuali prossimi rinvii a giudizio per le vicende legate a Raffaele Marra e Salvatore Romeo. Ma anche Beppe Grillo e il suo autoritarismo a Genova sono da iscrivere nel registro dei colpevoli di questa batosta colossale. E le piazze vuote dei comizi, dove i big - e lo stesso Grillo - si sono spesi di fronte a un manipolo di fedelissimi erano un'avvisaglia già inquietante per chi, fino a poco tempo fa, le piazze le riempiva. 
Oltre al fatto che, evidentemente, molti voti del centrodestra passati ai grillini sono tornati all'ovile, la carneficina del m5s in queste amministrative è la dimostrazione che, malgrado i sondaggi nazionali li diano ancora come primo partito, quando si tratta ormai di eleggerli alla guida delle città e dei comuni, dove i residenti spesso conoscono personalmente i candidati (e dopo gli esempi catastrofici di Raggi e Appendino), è tutta un'altra storia. Non poco avrà pesato sulla scelta degli elettori alle urne anche l'inaffidabilità dimostrata riguardo alla legge elettorale.
E il trionfo di Emmanuel Macron con la disfatta di Marine Le Pen, idolatrata dagli attivisti pentastellati e non avversata dagli "eletti", getta una luce ancor più livida e beffarda sulla débacle grillina.
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
m5selezioni amministrative 2017flopballottaggifederico pizzarottiluca pirondinimarika cassimatisugo forelloparmagenovapalermoveronabeppe grillochiara appendinovirginia raggifirme false
in evidenza
Presentate 17 nuove monete La collezione di numismatica 2022

Scatti d'affari

Presentate 17 nuove monete
La collezione di numismatica 2022

i più visti
in vetrina
Elodie si confessa: "Ho una sindrome dell'abbandono grande quanto me"

Elodie si confessa: "Ho una sindrome dell'abbandono grande quanto me"


casa, immobiliare
motori
Bentley produrrà la prima auto elettrica made in England

Bentley produrrà la prima auto elettrica made in England


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.