A- A+
Politica

Un danno erariale ipotizzato in un minimo di 287mila euro e in un massimo di 816mila euro. Questa l'ipotesi della Corte dei Conti della Toscana dove domani, a Firenze, si terra' l'udienza che vede, a giudizio, il premier Matteo Renzi, presidente della Provincia del capoluogo toscano all'epoca dei fatti presi in esame. Nell'atto di citazione della procura della Corte dei Conti della Toscana, si legge che, nel 2007, la provincia di Firenze nomino' non un "Collegio di Direzione Generale", che avrebbe esercitato "le funzioni attribuite al Direttore Generale, qualora non sia nominato", atto possibile in seguito ad una delibera della giunta provinciale datata 2006, poi abrogata nel 2009.

"Illegittimita' sostanziale delle scelte operate" dalla Provincia ed un livello di retribuzione per i quattro direttori "fissato in modo totalmente discrezionale e immotivato", secondo quanto si legge nell'atto di citazione. Ascoltato su sua richiesta il 22 febbraio del 2013, Matteo Renzi presento' una memoria difensiva alla Corte. Sempre nel documento si legge, citando la memoria difensiva, che all'attuale presidente del Consiglio "fu proposta dagli uffici la soluzione di una direzione generale collegiale, in luogo dell'unico direttore generale, affermandosi che essa era legittima, non avrebbe determinato incrementi di spesa ed era stata fatta propria da altre amministrazioni". La Procura della Corte dei Conti archivio' la posizione di Renzi, ritenendo "meritevoli di accoglimento le tesi difensive". Il collegio della Corte dei Conti ha poi disposto un'"integrazione del contraddittorio" ordinando "l'intervento in giudizio del presidente pro-tempore della Provincia di Firenze Matteo Renzi, dell'assessore al personale pro tempore Tiziano Lepri e del titolare della direzione servizi finanziari Rocco Conte". Atto che serve, si legge, per "dare la opportunita' della partecipazione al giudizio e di accertare eventuali responsabilita'". Il presidente del Consiglio domani non sara' presente all'udienza a Firenze, essendo in visita negli Stati Uniti.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
magistrati
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Per Nissan l'Europa sarà il primo continente per quota percentuale di vendite

Per Nissan l'Europa sarà il primo continente per quota percentuale di vendite


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.