A- A+
Politica
Mattarella-Meloni protestino con Parigi, che resta “dolce” con i terroristi

Mattarella e Meloni si facciano carico del  dolore dei familiari delle vittime degli assassini rossi. Il commento 

La Francia resta “doux” e “bien hospitalier” con i terroristi italiani. Non torneranno nel bel Paese i 10 condannati, dalla nostra magistratura, con giudizi definitivi, di cui il governo italiano aveva chiesto l’estradizione. Lo ha deciso, a Parigi, la Corte di Cassazione ed è l’ultimo, inappellabile niet. Mattarella e Meloni si facciano carico del  dolore dei familiari delle vittime degli assassini rossi e chiedano a Macron e a Borne le ragioni del mancato rispetto del cosiddetto “patto del Quirinale” con i capi della Nazione alleata.

Tra i 10 “compagni assassini“, che non entreranno nelle celle italiane, come un Cesare Battisti qualunque (che fu estradato non dalla Francia, ma dalla lontana Bolivia), c’è Giorgio Pietrostefani, su cui incombe una pena residua di 14 anni e 2 mesi. Venne stangato, quale mandante, con Adriano Sofri, leader di Lotta continua, dello spietato omicidio del commissario di PS, Luigi Calabresi, avvenuto, a Milano, il 17 maggio 1972. Era il padre di Marione, ex direttore de “La Repubblica”.

La mancata estradizione è colpa della famosa “dottrina Mitterrand”?  Non sarebbe corretto sostenerlo, perché Francois Mitterrand aveva detto a Bettino Craxi, allora premier, che la Francia non avrebbe perseguito coloro, che non avevano sangue sulle mani, mentre quelli, di cui ci occupiamo, ce l'hanno, eccome. Quattro di loro sono stati condannati all’ergastolo. È la giustizia italiana che lo ha deliberato, una giustizia sovrana, indipendente e nessuno può dire il contrario…. Neppure gli alti e gelidi, ma non convincenti, magistrati transalpini.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
mattarellameloniterrorismo





in evidenza
Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage

Ultimi scatti prima dello schianto

Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage


in vetrina
Covid, "Il ruggito della pecora nera". Anteprima: libro di Maria Rita Gismondo

Covid, "Il ruggito della pecora nera". Anteprima: libro di Maria Rita Gismondo


motori
Alfa Romeo presenta il nuovo store online

Alfa Romeo presenta il nuovo store online

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.