A- A+
Politica
Mps, Salvini: "Nessun favore a banche private con soldi pubblici"
Matteo Salvini 
Lapresse

"A me e alla Lega interessa solo che, con i soldi pubblici, non si favoriscano ancora una volta banche private che non ne hanno bisogno, sacrificando migliaia di lavoratori e chiudendo centinaia di sportelli. Il marchio MPS è ricco di storia e di valore, nonostante i disastri compiuti  sulla pelle di senesi e toscani negli anni dal PD, e non può essere svenduto perché “ce lo chiede l’Europa”". Lo afferma ad Affaritaliani.it il segretario della Lega Matteo Salvini sul caso Mps-UniCredit dopo le parole pronunciate durante l'audizione in Parlamento del ministro dell'Economia Daniele Franco, che ha aperto all'operazione Mps-UniCredit.

"P.S. In qualsiasi altro Paese il dottor Padoan, eletto parlamentare col Pd a Siena e poi dimessosi per diventare presidente di UniCredit che sta trattando per comprarsi MPS, si sarebbe già dimesso", conclude il leader leghista.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    mps unicredit salvini padoan
    in evidenza
    CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

    Pnrr e opportunità per le Pmi

    CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

    i più visti
    in vetrina
    Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C

    Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C


    casa, immobiliare
    motori
    Tre propulsioni elettrificate per la nuova Kia Niro

    Tre propulsioni elettrificate per la nuova Kia Niro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.