A- A+
Politica
Napolitano, Grillo: "Deve costituirsi non dimettersi"

"L'Italia deve uscire dall'euro prima che sia troppo tardi". Partendo dall'exit strategy dalla crisi del M5S, Beppe Grillo presenta così sul suo blog l'incontro con la stampa estera a Roma. Con il leader dei pentastellati ci saranno anche Luigi Di Maio - "già raccolte cinquanta mila firme" - Laura Castelli, Giorgio Sorial e Alberto Airola, che presenteranno il referendum per uscire dalla moneta unica. L'attacco al presidente della Repubblica: "Napolitano deve costituirsi non dimettersi: è responsabile di aver firmato qualsiasi cosa".

Grillo, dopo aver incolpato Napolitano del fatto che "i Cinque Stelle non sono al governo", traccia anche l'identikit del prossimo inquilino del Colle: "Il nuovo Presidente della Repubblica dovrà essere una persona che non firmi qualsiasi cosa, una persona di buon senso, una persona normale e al di fuori degli schieramenti politici".

"Altrove le destre vanno in piazza con i bastoni", dice Grillo rispondendo, nella sede della stampa estera, a una domanda sui nuovi equilibri politici europei. E rivendica, per il M5S, il ruolo di argine. "Noi stiamo proteggendo la democrazia. In Germania, in Francia, in Grecia stanno venendo su delle destre che non fanno i banchetti, vanno con i bastoni". Ancora, sull'immigrazione: "Noi non siamo razzisti la destra ha lucrato sugli immigrati. Noi andiamo in mezzo alla gente, noi siamo la gente". Renzi? "Un cartone animato che esegue i diktat della finanza".

Così il leader dei Cinque stelle, ancora dal suo blog, spiega il processo che porterà alla consultazione popolare: "La legge di iniziativa popolare che è stata proposta dal M5S per indire il referendum è di livello costituzionale, questo vuol dire che ha lo stesso livello di importanza della Costituzione. Infatti il referendum consultivo non è stato previsto dalla Costituzione, ma come è già stato fatto nel 1989 prima dell'ingresso nell'euro è possibile prevederlo con una legge costituzionale: ossia quella proposta come legge popolare dal M5S e che i cittadini potranno sostenere con una firma a partire da sabato 13 dicembre". E la scelta dello strumento referendario è in linea "con la storia del Movimento" dice Grillo. "Siamo nati per espandere la democrazia, abbiamo sempre fatto quello che abbiamo detto".

Ai giornalisti esteri Grillo ripete la propria diagnosi sulle condizioni dell'Italia: "Questo paese ogni giorno che passa peggiora mentre i partiti parlano di cose che non hanno più senso: parlano del presidente o della Corte Costituzionale o della Legge elettorale". E intanto "stiamo peggiorando in tutti i campi". Poi la linea di demarcazione tra MoVimento e partiti: "Noi non abbiamo sfasciato il Paese e chi l'ha sfasciato propone le soluzioni? Ma non ce l'ha. Ce le abbiamo noi le soluzioni perchè siamo cittadini come voi. Noi abbiamo il diritto a ricostruire le macerie".

Poi rilancia l'ipotesi di un governo a Cinque Stelle: "Ci hanno messo in un angolo, ma dovevano dare l'incarico a noi, le elezioni le avevamo vinte noi. Se non ci facciamo del male da soli, non ho dubbi sul fatto che governeremo questo paese, aspettiamo che passi il cadavere".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
napolitanogrillo
in evidenza
Ognissanti, caldo quasi estivo Alta pressione da Nord a Sud

L'inverno è lontano

Ognissanti, caldo quasi estivo
Alta pressione da Nord a Sud

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Nuovo Nissan Townstar, disponibile con motore benzina o 100% elettrico

Nuovo Nissan Townstar, disponibile con motore benzina o 100% elettrico


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.