A- A+
Politica
Pd, Bonaccini: "Letta autorevolissimo, cominciamo una nuova storia"

"Abbiamo una grande opportunità: Enrico Letta è una figura autorevolissima. Lo ho sentito nei giorni scorsi, ci siamo parlati" visto che "sono parte della classe dirigente di questo partito per il ruolo che svolgo, e perchè sono un iscritto e un militante da sempre". Lo ha detto, intervenendo su Radio 24, il presidente dell'Emilia-Romagna e della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini.

"Oggi - ha osservato - cominciamo una nuova storia per il Partito Democratico. Credo che sia l'ultima opportunità del Pd per dimostrare di essere meglio di quello che appariamo. Credo che Letta possa riuscire a scrivere una pagina di unità. E proviamo a ripartire da lì per costruire nuovo gruppo dirigente e rilanciare il Pd". Ad ogni modo, ha concluso Bonaccini, "ho sempre detto che fare un congresso adesso sarebbe stato un errore gravissimo. In strada non trovo uno che mi chieda quando si sarebbe fatto il Congresso Pd". 

"Credo che Enrico Letta possa riuscire, in un momento così difficile, a scrivere una pagina di unità, oggi riceverà un consenso amplissimo se non unanime, e proviamo a ripartire da lì per costruire un nuovo gruppo dirigente, rilanciare l'azione politica del Pd nei territori. Dobbiamo parlare dell'Italia, di cosa vogliamo per l'Italia, non di noi", ha aggiunto il presidente dell'Emilia-Romagna.

"Non ho mai creduto ad alleanze fatte a tavolino per battere gli avversari. Un'alleanza va fatta su idee, progetti, programmi condivisi. Credo sia naturale che nasca un nuovo centrosinistra per le prossime elezioni politiche e di quel centrosinistra, oggi che il Movimento 5 Stelle ha scelto da che parte stare da un po' di tempo ne possa fare parte, ci mancherebbe altro", ha spiegato Bonaccini sulla strategia elettorale.

Alle prossime elezioni comunali, ha proseguito, "voteremo a Bologna, a Rimini e a Ravenna e il tentativo di alleanza del centrosinistra con i 5 Stelle nei capoluoghi per il voto di ottobre è un tema sul tavolo e penso che l'alleanza con il Movimento 5 Stelle sulla base di un programma comune, del lavoro fatto insieme con il Governo Conte e di quello che si farà anche con questo Governo possa essere, la costruzione di una nuova alleanza per il futuro" Quindi, ha sottolineato il presidente emiliano-romagnolo, "se è Conte che guida il Movimento 5 Stelle io sono solo contento perché potrà dare ancora più nerbo, più forza. Dobbiamo avere l'ambizione di costruire un progetto per il Paese - ha concluso il ragionamento - nel quale ci può stare tranquillamente anche il Movimento 5 Stelle". 

"I miei piani sono molto semplici, sono quelli di cercare di dare una mano alla mia regione a uscire il prima possibile da questa pandemia e, da presidente della Conferenza delle Regioni dare una mano al Governo nel rapporto molto corretto e leale che abbiamo perché la pandemia sanitaria, adesso, è il primo pensiero di tutti", ha replicato il presidente delle'Emilia Romagna a chi gli chiedeva quali fossero i suoi piani alla luce della situazione attuale del Pd. Dalla pandemia, ha proseguito, "bisogna uscirne perché questa ondata è davvero pesantissima, le varianti hanno perfino cambiato la natura del virus e dobbiamo contemporaneamente e parallelamente stare attenti a evitare che ci sia una pandemia economica e sociale".

Infine, Bonaccini ha replicato alla conduttrice, Maria Latella che gli chiedeva un commento sulle parole di un quotidiano che, alla luce della scomparsa ieri a 83 anni di Raoul Casadei, a causa del Covid, ha scritto che, vista l'età, il 'Re del Liscio' sarebbe dovuto essere nella fascia dei già vaccinati. "Sinceramente non lo so rispetto a Raoul, ieri ho parlato con i figli, era un caro amico così come lo sono la moglie e i figli. Noi qui stiamo vaccinando gli ultraottantenni in una delle percentuali più alte d'Italia. Se avessimo più vaccini avremmo completato la vaccinazione di quella categoria e di tutte le persone che ne hanno bisogno", ha spiegato. 

"Noi facciamo oggi circa, 15-000-17.000 vaccinazioni al giorno - ha osservato ancora - ne potremmo fare almeno il triplo e potremmo vaccinare più di un milione di persone al mese: in Emilia-Romagna con l'organizzazione che abbiamo, entro fine giugno avremmo vaccinato tutti gli emiliano-romagnoli. iI problema - ha argomentato ancora Bonaccini - è che mancano le dosi a sufficienza e mi auguro che, come è stato prospettato dal generale Figliuolo, gli oltre 50 milioni di vaccino entro giugno e gli oltre 80 milioni in aggiunta entro ottobre arrivino". Ricordando il 'sovrano' del folk , ha concluso Bonaccini, "con Raoul Casadei perdiamo una persona, un artista straordinario, che ha fatto sognare, ballare intere generazioni. Ha portato la cultura e la tradizione di una terra, la Romagna, in Italia e nel mondo: chi lo ha conosciuto sa che era una persona veramente speciale". 

 

Commenti
    Tags:
    pd bonaccini letta
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    "Zone rooosse per teeee..." Speranza sulle note di Ranieri

    Covid vissuto con ironia

    "Zone rooosse per teeee..."
    Speranza sulle note di Ranieri

    i più visti
    in vetrina
    Elisabetta Canalis sul divano: bikini e stivali: da sogno. Federica Pellegrini...

    Elisabetta Canalis sul divano: bikini e stivali: da sogno. Federica Pellegrini...


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Lexus presenta il Nuovo UX Hybrid Deep Sky

    Lexus presenta il Nuovo UX Hybrid Deep Sky


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.