A- A+
Politica
Piantedosi sul patto migranti in Ue: "L'Italia non sarà un centro di raccolta"

Migranti, Piantedosi: "Nessuna compensazione in denaro"

L'Unione Europea ha siglato ieri sera in Lussemburgo uno storico accordo sui migranti, intesa trovata dopo sette anni di complicate trattative. L'Italia ha votato a favore e si è smarcata da Ungheria e Polonia (uniche contrarie all'intesa). Esulta il ministro dell'Interno Piantedosi: "E' stato un negoziato complesso - dice Piantedosi al Corriere della Sera - la cui complessità era data proprio dalla materia e dal valore di quello di cui si parlava. Questo è un luogo di mediazione tra tanti soggetti e quindi bisognava trovare un punto di equilibrio tra le varie posizioni. Il negoziato finale è stato su alcuni punti che ritenevamo fondamentali come quello della definizione dei Paesi terzi con cui poter concludere gli accordi ed è sostanzialmente passata la nostra linea sulla quale abbiamo fatto convergere tutti i Paesi che avevano fatto blocco su questo".

Leggi anche: Ue, storico patto sui migranti. Così Meloni ha abbandonato la linea di Orban

Leggi anche: Meloni incontra Scholz: fronte comune su migranti, energia e Ucraina. VIDEO

"Sui temi della solidarietà obbligatoria - prosegue Piantedosi al Corriere - abbiamo preferito non accettare compensazioni in denaro che finanziassero l’Italia perché l’Italia ritiene di avere una dignità di Paese fondatore dell’Unione e non abbiamo bisogno di compensazioni in denaro per diventare il centro di raccolta dell'Ue. Abbiamo preferito puntare a un meccanismo che rimane di compensazione da parte dei Paesi che non accettano il ricollocamento dei migranti ma che le relative risorse vadano a finanziare un fondo appositamente istituito e gestito dalla Commissione Ue per realizzare progetti di quella cosiddetta dimensione esterna che per la prima volta viene concretizzata in atti dell’Ue e su cui ha sempre fatto pressione il governo Meloni da quando si è insediato in tutte le sedi possibili".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
matteo piantedosimigrantiue





in evidenza
Elodie va in gol: San Siro e al Maradona, ma è mistero sui manifesti. Date e indizi

Annuncio col giallo

Elodie va in gol: San Siro e al Maradona, ma è mistero sui manifesti. Date e indizi


in vetrina
Pepsi, ristorante temporaneo in Duomo a Milano: atmosfere vintage e gusti americani

Pepsi, ristorante temporaneo in Duomo a Milano: atmosfere vintage e gusti americani


motori
FIAT Professional, arriva il cambio automatico AT8 sul nuovo Ducato

FIAT Professional, arriva il cambio automatico AT8 sul nuovo Ducato

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.