A- A+
Politica
Preoccupante l'addio di Veneziani, non allineato con nonno Berlusconi

"Da tempo reputo conclusa la parabola politica di Berlusconi: da anni, egli non esprime una posizione politica e non interpreta il sentire del suo popolo, perché è preso nelle proprie vicende e nella tutela, pur comprensibile, dei propri interessi".

Soprattutto a causa di questa sua, chiara e legittima, posizione, espressa il 2 marzo, in una intervista al "Corriere della Sera", Marcello Veneziani ha dovuto rinunciare alla collaborazione-che iniziò 25 anni fa con l'allora direttore,  Indro Montanelli- con "Il Giornale", di proprietà del fratello di Silvio Berlusconi, Paolo.

Al di là della solidarietà, che esprimiamo al brillante saggista pugliese, è molto preoccupante che, nel centrodestra, che deve rinnovare le proprie idee e i suoi dirigenti, non ci sia spazio per quanti, come Veneziani ed altri, sono estranei ai "cerchi magici" e obbedienti ai leader.

Ed ancor più preoccupante è che venga fatto pagare ai non allineati quello che il commentatore, nel commiato ai lettori, ha definito "il prezzo amaro della libertà e dell'incapacità di essere cortigiani, puttani e ruffiani".

Pietro Mancini
 

Tags:
venezianiberlusconiil giornale

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford

Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.