A- A+
Politica

Migliaia di volontari sono impegnati in questi giorni nell'allestimento dei 383 seggi per le primarie "La Sardegna che vogliamo", con cui il 29 settembre prossimo il centrosinistra scegliera' il proprio candidato presidente della Regione alle elezioni del 2014 fra i cinque in corsa: tre del Pd (Francesca Barracciu, Roberto Deriu e Gianfranco Ganau), uno del Psi (Simone Atzeni) e un indipendente, Andrea Murgia. Per iniziativa di un gruppo di ricerca dell'universita' di Cagliari sara' disponibile anche un exit poll.

In ogni capoluogo di provincia sono arrivati i kit per le operazioni di voto che saranno consegnati ai presidenti di seggio, ognuno affiancato da due scrutatori. Domenica, secondo dati diffusi dal coordinamento regionale delle primarie, le elezioni saranno garantite dall'impegno di oltre 2.500 persone (compresi i rappresentanti dei candidati) distribuite nei seggi, la gran parte nelle province di Cagliari e Sassari. Si potra' votare dalle 8 alle 20. Saranno ammessi tutti i cittadini con i requisiti previsti dalla legge per l'elettorato attivo, ma anche i giovani che compiranno 16 anni entro il 29 settembre, oltre ai cittadini europei residenti in Italia e agli extracomunitari con regolare permesso di soggiorno e carta d'identita'. I seggi sono allestiti nelle sezioni in cui ogni cittadino vota abitualmente per le elezioni politiche e amministrative. Studenti e lavoratori fuori sede hanno potuto esprimere il voto via email, entro le 19 di mercoledi' scorso, 25 settembre, al comitato delle primarie della provincia in cui studiano o lavorano, allegando un documento di identita'.

Per votare ai seggi servira' un documento d'identita' e la tessera elettorale. Per minorenni e cittadini stranieri bastera' il documento d'identita'. Al momento del voto sara' richiesto un versamento di almeno un euro. Lo scrutinio iniziera' subito dopo la chiusura dei seggi e proseguira' senza interruzioni fino all'ultima scheda. In occasione delle votazioni il dipartimento di Storia, beni culturali e territorio dell'universita' di Cagliari ha promosso una rilevazione fra gli elettori, ai quali sara' sottoposto un questionario per identificare le motivazioni di voti e il loro grado di coinvolgimento politico. Lo studio, esteso a circa 3mila votanti di tutte le otto province, rientra in una ricerca coordinata da Fulvio Venturino, professore di Scienza politica dell'universita', cui collaborano Stefano Rombi e Carlo Pala, che fanno parte del gruppo "C&LS (Candidate and leader selection) attivo all'interno della Societa' Italia di Scienza politica (www.sisp.it) e impegnati nellea ricerca sui partiti (www.candidateandleaderselection.eu) I rilevatori, identificabili da una targhetta di riconoscimento, fermeranno i votanti all'uscita dei seggi per sottoporli al questionario in forma anonima. I dati, infatti, saranno impiegati in forma aggregata esclusivamente per scopi di ricerca. Rombi e Pala Cureranno anche un exit poll sull'esito della competizione elettorale.

Tags:
primariepdsardegna

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti

Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.