A- A+
Politica
Qatar-gate: "Nel board della Ong stava per entrare il segretario generale Ue"
Antonio Panzeri

Qatar-gate, la segretaria di Panzeri fa i nomi. Tremano i vertici Ue

Il Qatar-gate è esploso e adesso a tremare sono i massimi vertici dell'Ue. Alcune delle persone coinvolte cominciano a parlare e oltre alle dichiarazioni di Francesco Giorgi, uomo di fiducia di Panzeri e compagno della ex vicepresidente Kaili, adesso a svelare il sistema arrivano anche le dichiarazioni della segretaria della Ong al centro dell'inchiesta: la "Flight Impunity". "Sono sconvolta - spiega Simona Russo - non mi aspettavo nulla di tutto questo. Sono allibita, nauseata". Ma conferma che il giro di amicizie di Panzeri era davvero ampio e comprendeva anche Klaus Welle, il potente segretario generale tedesco del Parlamento europeo, che sta per chiudere il mandato ultradecennale ed era in procinto di entrare proprio nel board della Ong.

"La nostra Ong - prosegue Russo a Repubblica - è piccola. Per dire: in cassa in questo momento ci sono 170 mila euro. Non stiamo parlando di chissà quali cifre. Poteva succedere che per alcuni progetti specifici ci fosse una compartecipazione alle spese da parte dell'Ue. Ad esempio stavamo organizzando una Conferenza sui processi di pace nel mondo. E in situazioni del genere il Parlamento europeo poteva pagare le spese per alcuni degli invitati che considerava giusto prendessero parte all’evento. Panzeri voleva coinvolgere anche il segretario generale del parlamento Ue, il tedesco Klaus Welle: me ne aveva parlato. In effetti stava organizzando un evento per gennaio proprio con questo scopo".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
antonio panzeriqatar-gate





in evidenza
Francesca Verdini e Andrea Giambruno: la strana coppia beccata al bar

Guarda le foto

Francesca Verdini e Andrea Giambruno: la strana coppia beccata al bar


in vetrina
Affari in rete/ Miele alleato per la salute dell'uomo: ecco tutti i benefici

Affari in rete/ Miele alleato per la salute dell'uomo: ecco tutti i benefici


motori
Citroën AMI e il Cubo di Rubik illuminano la Milano Design Week

Citroën AMI e il Cubo di Rubik illuminano la Milano Design Week

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.