A- A+
Politica
Renzi, fischi e uova a Ferrara. "Il 3%? Roba del secolo scorso"

Fischi in piazza per il premier Matteo Renzi. Al suo arrivo in piazza a Ferrara per il festival di Internazionale il premier è stato contestato con fischi e cartelli da un buon numero di contestatori. I contestatori hanno anche lanciato uova marce verso il palco. "Buffone", "vattene via", hanno urlato i contestatori con cartelli sui quali si leggono "no ttip" e proteste contro le modifiche all'articolo 18. I contestatori dicono di appartenere al Movimento 5 stelle e a vari comitati contro la privatizzazione dell'acqua e per l'ambiente. Alcuni cittadini si sono contrapposti ai manifestanti applaudendo al premier.

Il premier non si è scomposto e dal palco ha replicato: "La prima cosa è il rispetto delle idee anche quando non la pensano come me. A chi non ha altri argomenti rispetto alle uova, noi continuiamo a rispondere con il sorriso e con la voglia di andare avanti nonostante i tentativi di tappare la bocca e di impedire un'iniziativa così bella come quella di Internazionale". I contestatori di Matteo Renzi, una trentina in tutto, sono stati allontanati dalle forze dell'ordine dalla zona adiacente al palco dove è in corso l'intervista al premier. Riposti i fischietti, proseguono la protesta urlando "casa, lavoro, libertà"

RENZI ATTACCA LA GERMANIA - “Quando nel 2003 l’Italia, che aveva allora presidente Berlusconi e ministro Tremonti, riceve nella sua veste di presidente di turno dell’Ue la richiesta di violare il 3% da parte della Germania… direte: il mondo alla rovescia! Ma andò così. E nessuno disse ai tedeschi: ‘dovete fare i compiti a casa’. Chiedo lo stesso rispetto per quando questa cosa qui la chiede la Francia, dicendo che l’Italia fa comunque un’altra cosa… “. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, in un passaggio del suo intervento al Festival di Internazionale a Ferrara. Prima di definire poi "il 3% roba da secolo scorso".

L'Italia rispettera' il parametro del 3% anche se lo considera un parametro del passato. Cosi' il premier Matteo Renzi, aveva già intervistato da Cnn. "Sono assolutamente convinto che il 3% e' un parametro del passato, ma l'Italia e' un Paese che ha perso credibilita' perche' non ha rispettato i parametri nel passato. Quindi la posizione italiana e' chiara: noi rispettiamo il parametro del 3%". Detto questo "se il presidente francese decide per la Francia un importante distacco dai parametri, nessuno puo' dire che non e' corretto e credere che l'Europa sia una scuola in cui ci siano un maestro e gli altri siano studenti. L'Europa, l'Europa e' una comunita' di destini. Io preferisco la Francia di Hollande e di Valls al 4,4% a quella di Marine Le Pen".

Tags:
renzicnnfranciahollande
in evidenza
Arriva l'aria polare dalla Svezia Fine maggio brividi. Previsioni

Meteo

Arriva l'aria polare dalla Svezia
Fine maggio brividi. Previsioni

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari SEA, Air Canada lancia il collegamento non-stop tra Milano Malpensa e Montreal

Scatti d'Affari
SEA, Air Canada lancia il collegamento non-stop tra Milano Malpensa e Montreal


casa, immobiliare
motori
DS Automobiles svela le sue Edizioni Limitate

DS Automobiles svela le sue Edizioni Limitate


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.