A- A+
Politica
Così Renzi umilia il Parlamento


Di Alberto Maggi (@Albertomaggi74)


Adesso basta. Matteo Renzi ha superato ogni limite. La fiducia sulla legge elettorale, nonostante l'ampia maggioranza di no alle pregiudiziali di costituzionalità, grida vendetta. Il presidente del Consiglio in questo modo umilia il Parlamento e straccia le regole della democrazia. Non c'era ostruzionismo nell'aria, non c'era un numero eccessivo di emendamenti che potessero rallentare i tempi di approvazione. E quindi? La forzatura della fiducia sull'Italicum, decisa con un Cdm di due minuti e annunciata dal ministro Boschi in Aula tra le proteste delle opposizioni, si spiega soltanto come un regolamento di conti all'interno del Partito Democratico. Il premier-segretario non si fida della sinistra interna del suo partito e teme che il voto sulle pregiudiziali sia stato solo un bluff per poi tentare l'affondo sugli emendamenti. Fatto sta che la fiducia su una legge di rango costituzionale è un fatto gravissimo. I crisantemi lanciati dai deputati di Sel in Aula, che hanno celebrato il funerale della democrazia, e il grido di Brunetta ("No al fascismo di Renzi") ben disegnano la situazione politica: un uomo solo al comando che fa quello che vuole che impone la sua linea al Parlamento con la minaccia del tutti a casa. Alfano e i centristi ex montiani assistono impassibili allo show di Renzi (e dicono sì a tutto per paura di non essere rieletti) mentre le varie minoranze del Pd, divise e litigiose, non riescono a costruire un'alternativa credibile al premier. Il Capo dello Stato, custode della Costituzione e rigido servitore dello Stato, a questo punto dovrebbe far sentire la sua voce. Questa volta il segretario-premier ha davvero passato il segno.

Tags:
renzidemocraziacommento
in evidenza
Arriva l'aria polare dalla Svezia Fine maggio brividi. Previsioni

Meteo

Arriva l'aria polare dalla Svezia
Fine maggio brividi. Previsioni

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Nuova Maserati MC20 Cielo, la spider dal tetto retrattile

Nuova Maserati MC20 Cielo, la spider dal tetto retrattile


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.