A- A+
Politica
Renzi debolissimo, senza Berlusconi cade


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


Matteo Renzi è debole. "Debolissimo", dicono in Transatlantico parlamentari del Pd. "Ostenta serenità quando va in tv ma dietro le quinte è molto, molto preoccupato". Il premier non si spiega come mai i sondaggi continuino a segnare una flessione inarrestabile del Partito Democratico. Tanto che si comincia a parlare di una modifica dell'Italicum. Il timore è che al ballottaggio, in caso di voto, il Movimento 5 Stelle possa vincere a mani basse (come è accaduto ai ballottaggi delle Comunali). L'obiettivo è quello di puntellare la maggioranza, visto che la minoranza Pd è pronta ad abbandonare il governo, nonostante la possibile promozione di Cesare Damiano a vice-ministro dello Sviluppo Economico. In Parlamento si parla di 25-30 senatori dem pronti a votare contro la maggioranza, a cominciare dalle riforme istituzionali. Il primo punto è l'ingresso ormai certo dei verdiniani e tra loro c'è anche Vincenzo D'Anna ("Vado nel Partito della Nazione") finora nel Gruppo Gal. Ma Verdini sarà sufficiente a Renzi? Forse no. E a quanto pare gli sherpa stanno lavorando per andare ben oltre il soccorso di Verdini all'esecutivo. Silvio Berlusconi è sempre più in rotta con Matteo Salvini (il pretesto è stata la crisi greca e le profonde divergenze sull'euro tra Lega e Forza Italia). L'ex Cavaliere lavora sottotraccia per la rinascita del Patto del Nazareno che in prospettiva porti a un nuovo governo di larghe intese. Da un lato Renzi teme il voto e ha bisogno di voti a Palazzo Madama (forse i verdiniani non bastano) e dall'altro Berlusconi vuole tornare a contare e, spinto dai figli e dai vertici Mediaset, ritiene più utile governare con il leader del Pd che farà il portatore d'acqua a Salvini. Sullo sfondo anche la nascita di un partito unico Pd-Forza Italia, proprio quel Partito della Nazione evocato dal senatore D'Anna. Il quadro politico va così verso una scomposizione e una possibile ricomposizione con Renzi e Berlusconi al centro, Salvini-Meloni-Fitto a destra, ex minoranza Pd e Sel a sinistra e ovviamente il M5S in perfetta solitudine.

Tags:
verdinisalviniberlusconirenzi
in evidenza
Gioiello di Pessina, Galles ko Ma ora è incubo Belgio di Lukaku

Euro 2020, super Italia

Gioiello di Pessina, Galles ko
Ma ora è incubo Belgio di Lukaku

i più visti
in vetrina
Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente

Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente


casa, immobiliare
motori
Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti

Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.