A- A+
Politica

di Pietro Mancini

Per la prima volta, i carabinieri hanno filmato il giuramento di affiliazione alla 'ndrangheta, in un casolare calabrese. Un rito, arcaico ma inquietante, che risale al 1800.

Negli ultimi giorni della campagna elettorale, in vista dell'elezione, domenica, del nuovo governatore della Calabria, sarebbe importante se venisse formalizzato, se non un giuramento, perlomeno un solenne impegno anti-cosche, e di rifiuto dei voti "inquinati", da parte degli sfidanti alla successione a Giuseppe Scopelliti,

Mario Oliverio, candidato del PD, e Wanda Ferro, del centrodestra. E, domani, Matteo Renzi, a Cosenza, assuma impegni non generici sulle più acute emergenze della Calabria, in primis la disoccupazione. Il lavoro può contribuire ad allontanare dai tentacoli delle 'ndrine migliaia di giovani, oggi senza alcuna concreta prospettiva.

Il futuro, migliore rispetto al passato, devono costruirlo i calabresi, non postulando sussidi o elemosine clientelari, ma scegliendo rappresentanti più credibili.

Ma anche i governi, quello che eleggeranno il 23 novembre i cittadini e l'esecutivo Renzi-Alfano, con i provvedimenti, e con maggiore attenzione ai problemi del Mezzogiorno e della "maglia nera" tra le regioni del Paese, devono dar fiducia alla nuova Calabria, che ha osservato, inorridita, le cupe scene di affiliazione agli spietati clan.

E che si sforza di guardare, pur tra difficoltà e pericoli, tra minacce e avvertimenti, ma anche non perdendo tutte le speranze, al futuro, cercando di liberarsi dalle vecchie e ingombranti zavorre del passato.

Matteo Renzi, che è un giovane rappresentante delle istituzioni, forse più di altri, è in grado di comprendere che, senza il sostegno dello Stato e dei suoi organi, centrali e locali, i giovani rischiano di restare schiacciati dalle lugubre tradizioni del passato.

Tags:
renzicalabria
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Stellantis, successo confermato al Company Car Drive 2022

Stellantis, successo confermato al Company Car Drive 2022


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.