A- A+
Politica
Renzi ora ha davvero paura di perdere le elezioni. I sentiment Pd


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


Terremoto a Palazzo Chigi. Non si tratta di un sisma a Roma, state sereni, ma degli ultimissimi sondaggi riservati sulle elezioni regionali e comunali che sono arrivati sulla scrivania del presidente del Consiglio. Secondo quanto risulta ad Affaritaliani.it, Matteo Renzi ha fatto un vero salto sulla sedia quando ha visto le previsioni sul voto di domenica 31 maggio. I sondaggi non si possono pubblicare, così dice la legge, ma nessuno ci vieta di riportare il sentiment fortemente negativo che circola ai piani alti del Partito Demnocratico.

Pare che nel Pd, oltre a prevedere una sconfitta netta in Veneto (Luca Zaia potrebbe battere Alessandra Moretti di venti punti con la Lega sopra i Democratici), si cominci a ragionare della possibilità concreta di un clamoroso sorpasso di Giovanni Toti su Raffaella Paita in Liguria e di Stefano Caldoro su Vincenzo De Luca in Campania. Il timore al Nazareno è che non finisca 6 a 1 ma addirittura 4 a 3. Praticamente una bocciatura per il partito di maggioranza relativa e per il governo. Non solo. All'interno del Pd pare che si stia diffondendo la voce di un ribaltone anche in Umbria, dove il Centrodestra potrebbe sorprendentemente strappare la Regione al Partito Democratico. Nella peggiore delle ipotesi, quindi, Renzi potrebbe perdere 4 a 3 vincendo solo in Puglia, Marche e Toscana.

Una debacle dalle conseguenze imprevedibili per l'esecutivo, con i rumor di dimissioni del premier che continuano a rimbalzare nei Palazzi della politica. Alla base del flop del Pd ci sarebbe - dicono alcuni parlamentari vicini a Renzi - il decreto sulle pensioni, la riforma della scuola e l'emergenza immigrati. Tre temi che avrebbero fortemente penalizzato il partito del premier spingendo molti elettori dem verso l'astensione o verso il M5S o perfino la Lega di Salvini. Forza Italia, invece, nonostante i disperati appelli di Berlusconi, non sembra in grado di intercettare i voti in uscita dal Pd. Il 31 maggio maggio rischia di esserci davvero un terremoto. Un terremoto elettorale e politico.

Tags:
renzimatteo renzipdpartito democraticoelezionielezioni regionaliregionali
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Jeep Gladiator: il pick-up da off-road

Jeep Gladiator: il pick-up da off-road


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.