A- A+
Politica
Renzi

Matteo Renzi ha assicurato che non ha alcuna intenzione di sabotare il tentativo di Pier Luigi Bersani di formare un governo, ma e' tornato a insistere sula necessita' che siano aboliti i finanziamenti pubblici ai partiti. "Le polemiche interne al Pd non hanno senso. Almeno, non adesso. Che io abbia proposto l'abolizione del finanziamento pubblico ai partiti non e' una notizia: e' proposta che abbiamo lanciato dalle primarie e dalla Leopolda", ha ricordato in un post su Facebook.

"Non so se abolire il finanziamento serva a far pace con Grillo; sicuramente serve a far pace con gli italiani che hanno votato un referendum e che anche alle elezioni ci hanno dato un segnale", ha insistito Renzi. "Nessuno vuole 'sabotare' il tentativo di Bersani, anzi. L'Italia ha bisogno di un governo, prima possibile. Perche' l'emergenza non e' sapere chi fara' il ministro, ma affrontare la situazione economica e la crisi occupazionale", ha sottolineato. "Paradossalmente se Bersani accettasse di abolire il finanziamento ai partiti forse avrebbe qualche chance in piu' - non in meno - di farcela. Decida lui, comunque: a me non sta a cuore la discussione di corrente, ma sta a cuore l'Italia", ha concluso.

Pier Luigi Bersani ha ribadito la sua disponibilita' a rivedere la legge sul finanziamento dei partiti, a patto che la politica non diventi "solo per miliardari" e vi sia trasparenza nei partiti. "Siamo prontissimi a fare una nostra proposta sulla rivisitazione del meccanismo di finanziamento pubblico", ha spiegato il segretario del Pd al Tg2, "non siamo dell'idea, come nessuno in Europa e' dell'idea, che la politica vada data solo ai miliardari. Ma siamo pronti a trasferire il finanziamento pubblico in una nuova logica di piccoli finanziamenti privati". "Siamo pronti - ha insistito - purche' si riconosca che questo non basta: bisogna mettere anche qualche norma sulla trapsarenza della vita interna dei partiti. Anche questo per noi irrinunciabile".

Pier Luigi Bersani ha criticato duramente la manifestazione del Pdl ieri a Milano in sostegno di Silvio Berlusconi. "Vedere un ex ministro della Giustizia e la seconda carica dello Stato andare a occupare uffici giudiziari e' una cosa sconvolgente che non ha precedenti, una ferita gravissima gravissima al meccanismo costituzionale, istituzionale e democratico", ha deto il segertariod el Pd al Tg2. "Il Pdl deve rendersi conto dell'enorme responsabilita' che si sta prendendo", ha aggiunto.

Tags:
renzibersanifondi
in evidenza
Non si nascondono più: primo selfie. Poi la sera... Gossip-Foto

Diletta Leotta e Karius

Non si nascondono più: primo selfie. Poi la sera... Gossip-Foto


in vetrina
Just Eat: i risultati della 'Mappa del cibo a domicilio in Italia'

Just Eat: i risultati della 'Mappa del cibo a domicilio in Italia'


motori
Cupra Born, la prima full electric della casa

Cupra Born, la prima full electric della casa

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.