BANNER

Incassati gli applausi alla Convenzione del Pd, Matteo Renzi si sta organizzando per affrontare la sfida delle primarie. Il dibattito in televisione con gli altri candidati si terrà la sera di venerdì 29 novembre. Un bel palcoscenico dove conquistare gli elettori e spingere tutti ad andare alle urne l'otto dicembre per votare il nuovo segretario del Partito Democratico. Il rischio infatti è quello dell'affluenza flop. Se non si dovesse arrivare ai due milioni di votanti l'opposizione interna al partito avrebbe buon gioco a dipingere quella del rottamatore come una vittoria dimezzata. Per questo motivo Luca Lotti, il braccio destro del sindaco di Firenze, ha ottenuto che i gazebo vengano raddoppiati, in modo da dare la possibilità a tutti di votare.

Renzi però sta già pensando al dopo. In un modo nell'altro diventerà segretario del Pd e deve ideare una strategia per evitare di farsi logorare dalle lotte interne al partito. Per questo motivo ha messo nel mirino il governo. Lo ha detto esplicitamente: dal 9 dicembre l'esecutivo deve fare quello che dice il Pd. E il primo punto sarà la legge elettorale. Il sindaco ha incaricato D'Alimonte di stendere una nuova proposta, maggioritaria con doppio turno. Una legge che assicuri la governabilità e il bipolarismo. E su questo punto Renzi si giocherà la faccia. Una nuova legge è auspicata da tutti, ma nel corso degli anni nessuno è riuscita a farla passare. Ma c'è di più: una nuova legge elettorale diminuirebbe la solidità del governo. Ad oggi Napolitano ha fatto capire più volte di non voler indire nuove elezioni senza che il Porcellum sia rottamato. Tolto quell'ostacolo, alla prima bufera, la tentazione di andare alle urne sarà forte. E nessuno può sapere quello che succederà.

 twitter@Tommaso5mani

2013-11-25T11:44:22.673+01:002013-11-25T11:44:00+01:00truetrue1356116falsefalse6Politica/politica4130882313562013-11-25T11:44:22.733+01:0013562013-11-25T12:58:02.86+01:000/politica/renzi-punta-a-rottamare-il-porcellum251113false2013-11-25T11:57:22.46+01:00308823it-IT102013-11-25T11:44:00"] }
A- A+
Politica

Di Tommaso Cinquemani
 

renzi fazio ape

BANNER

Incassati gli applausi alla Convenzione del Pd, Matteo Renzi si sta organizzando per affrontare la sfida delle primarie. Il dibattito in televisione con gli altri candidati si terrà la sera di venerdì 29 novembre. Un bel palcoscenico dove conquistare gli elettori e spingere tutti ad andare alle urne l'otto dicembre per votare il nuovo segretario del Partito Democratico. Il rischio infatti è quello dell'affluenza flop. Se non si dovesse arrivare ai due milioni di votanti l'opposizione interna al partito avrebbe buon gioco a dipingere quella del rottamatore come una vittoria dimezzata. Per questo motivo Luca Lotti, il braccio destro del sindaco di Firenze, ha ottenuto che i gazebo vengano raddoppiati, in modo da dare la possibilità a tutti di votare.

Renzi però sta già pensando al dopo. In un modo nell'altro diventerà segretario del Pd e deve ideare una strategia per evitare di farsi logorare dalle lotte interne al partito. Per questo motivo ha messo nel mirino il governo. Lo ha detto esplicitamente: dal 9 dicembre l'esecutivo deve fare quello che dice il Pd. E il primo punto sarà la legge elettorale. Il sindaco ha incaricato D'Alimonte di stendere una nuova proposta, maggioritaria con doppio turno. Una legge che assicuri la governabilità e il bipolarismo. E su questo punto Renzi si giocherà la faccia. Una nuova legge è auspicata da tutti, ma nel corso degli anni nessuno è riuscita a farla passare. Ma c'è di più: una nuova legge elettorale diminuirebbe la solidità del governo. Ad oggi Napolitano ha fatto capire più volte di non voler indire nuove elezioni senza che il Porcellum sia rottamato. Tolto quell'ostacolo, alla prima bufera, la tentazione di andare alle urne sarà forte. E nessuno può sapere quello che succederà.

 twitter@Tommaso5mani

Iscriviti alla newsletter
Tags:
porcellumletta
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza


casa, immobiliare
motori
CUPRA Born: il suono della natura per farsi sentire

CUPRA Born: il suono della natura per farsi sentire


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.