A- A+
Politica
Si "sofferto" di Silvio a Renzi. Il Patto del Nazareno va avanti


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


A fatica e senza entusiamo, ma la risposta di Silvio Berlusconi a Matteo Renzi è sì. Secondo quanto risulta ad Affaritaliani.it, l'ex Cavaliere accetta le condizioni del premier sulla riforma elettorale. L'accelerazione del segretario del Pd ha messo in un angolo il leader di Forza Italia, costretto a scegliere con il partito spaccato a metà. Alla fine dà il suo via libera alle modifiche volute dal presidente del Consiglio in quanto considera questo il male minore. Il pericolo sarebbe l'asse Pd-M5S, magari per un ritorno al Mattarellum, che taglerebbe fuori definitivamente gli azzurri. E così Berlusconi accetta l'innalzamento della soglia al 40% per ottenere il premio di maggioranza, lo sbarramento al 5% per avere rappresentanti in Parlamento e soprattutto il premio alla lista e non alla coalizione. Resta aperto il nodo delle preferenze, tema sul quale Berlusconi auspica di trovare un compromesso con la formula del capolista bloccato e gli altri candidati scelti dagli elettori scrivendo il nome sulla scheda. Ma il vero problema sono le profonde divisioni in Forza Italia. L'ex Cav sa che con il sì a Renzi rischia di far arrabbiare ulteriormente la minoranza interna di Fitto e Capezzone, sempre più sul piede di guerra per una posizione considerata troppo morbida nei confronti del Partito Democratico. Dall'altra parte, però, se Berlusconi avesse deciso per il no al premier avrebbe seriamente rischiato l'addio in primis di Denis Verdini, vero artefice del Patto del Nazareno. Ma anche altri big azzurri avrebbero potuto lasciare il partito. Ufficialmente si attende l'esito del vertice di maggioranza sull'Italiacum, ma la risposta del leader azzurro sarà affermativa.

Tags:
renziberlusconiitalicum

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.