A- A+
Politica
Insight/ Silvio non controlla più Fi. E Renzi vuole dividere il M5S


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


"Il Patto del Nazareno scricchiola". Matteo Renzi ha spiegato quello che ormai tutti avevano capito: l'intesa con Silvio Berlusconi sulla riforma della legge elettorale rischia davvero di venire meno. Il problema è che i cambiamenti, gli ennesimi, voluti dal premier e dal Pd (soglie al 40 e al 5%, capolista bloccato e gli altri deputati eletti con il proporzionale e premio alla lista e non alla coalizione) imbarazzano non poco l'ex Cavaliere. Il leader azzurro sarebbe anche disposto a dire sì al segretario dem ma il problema - come rivelano fonti ben informate - è che non controlla più il suo partito, né a Montecitorio né a Palazzo Madama. Sull'Italicum ci saranno molti voti segreti e Berlusconi non è in grado di garantire la compattezza dei suoi. Non solo. Dopo l'uscita dell'opposizione interna di Fitto e Capezzone sulla manovra economica l'ex premier teme che un'eventuale ok alle modifiche di Renzi sulla legge elettorale possano rafforzare i 'ribelli' azzurri e ingrossare le file di chi afferma che ormai Berlusconi è troppo tenero con il presidente del Consiglio. Ecco perché Berlusconi ha preso tempo e Renzi, infastidito, ha parlato di "Patto del Nazareno che scricchiola". Ma davvero il leader Pd potrebbe sostituire Forza Italia con il Movimento 5 Stelle? Fonti dem affermano ad Affaritaliani.it che un accordo organico con Grillo, nonostante l'intesa sulla Consulta, "è impossibile". Non solo perché i parlamentari pentastellati sono troppo eterogenei ma anche perché manca un valido interlocutore che li rappresenti interamente. Quindi la strategia di Renzi, se davvero fallisse l'asse con Berlusconi, sarebbe quella di tentare di spaccare il M5S. Pare che a Palazzo Madama ci siano un gruppo di 15-20 grillini a cui non è affatto piaciuta la protesta con tanto di bara in occasione della fiducia sullo Sblocca Italia. E quindi questa pattuglia di senatori M5S moderati potrebbe aiutare la maggioranza ad approvare l'Italicum, oltre che venire in soccorso dell'esecutivo su eventuali frizioni con i centristi di Alfano e Casini sulle unioni civili.

Tags:
renziberlusconiitalicumm5s
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Renault Arkana e-tech 145, la nouvelle vague diventa ibrida

Renault Arkana e-tech 145, la nouvelle vague diventa ibrida


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.