A- A+
Politica
Riforme, Meloni: "Stabilità la priorità". Schlein: "No all'elezione diretta"

Tavolo sulle riforme, confronto a Montecitorio. Meloni: "Dialogo proficuo". Conte (5S) dice no a premierato a presidenzialismo. Calenda: "Collaborazione"

A Montecitorio è andato in scena il primo degli incontri voluti dalla premier Giorgia Meloni con le forze di opposizione sulle riforme costituzionali. Gli incontri tra il governo e le opposizioni si sono svolti nella Biblioteca del presidente, area 'off limits' per i giornalisti. E' stata allestita nella Sala della Regina una postazione stampa per eventuali dichiarazioni al termine degli incontri. Il Movimento 5 Stelle ha aperto la giornata di confronti. 

Ad incontrare le forze di minoranza è stata la premier Giorgia Meloni, assieme ai due vicepremier Antonio Tajani e Matteo Salvini, il ministro per le Riforme Elisabetta Casellati, quello per i Rapporti con il Parlamento, Luca Ciriani, i sottosegretari alla Presidenza Alfredo Mantovano e Giovanbattista Fazzolari, e il costituzionalista Francesco Saverio Marini. Dopo la delegazione dei 5 stelle è stata la volta del Gruppo per le Autonomie e Componente Minoranze Linguistiche; poi il Gruppo Azione - Italia Viva - Renew Europe, quindi la componente +Europa; il Gruppo Alleanza Verdi e Sinistra e, infine, alle 18:30 il Gruppo Partito Democratico, con il primo faccia a faccia tra Meloni e la segretaria dem Elly Schlein.

Meloni: "Non abbiamo la soluzione preconfezionata, giornata proficua"

"Non abbiamo proposto una soluzione preconfezionata per arrivare ad una convergenza più ampia". Lo ha detto Giorgia Meloni, al termine della giornata di incontri sulle riforme, aggiungendo: "E' stata una giornata proficua, molto interessante. Abbiamo discusso molto con tutte le delegazioni".  "Molto importante che ci sia una condivisione, ma non a costo di venir meno all'impegno assunto con i cittadini". Così Giorgia Meloni, al termine dell'incontro con le opposizioni sul tema delle riforme alla Camera. "L'instabilità ha prodotto danni alla nostra nazione, a differenza di paesi come Francia e Germania", ricorda. "Questa instabilità ha prodotto la nostra debolezza economica,e la disaffezione dei cittadini, per i governi che sono stati fatti all'interno dei palazzi senza che i cittadini potessero dire la loro", conclude.

GUARDA IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA 

Meloni a Schlein: "Riforma non per noi, per prossima legislatura"

"Ho sentito dire in questa interlocuzione 'voi volete rafforzare il governo ma avete già la maggioranza', guardate questa non è una riforma che stiamo facendo per noi stessi: se dovesse andare bene, se dovesse andare in porto, se dovesse superare le sue articolate fasi, passare il referendum, per entrare forse in vigore nella prossima legislatura. Forse". Così, secondo quanto si apprende, la presidente del Consiglio Giorgia Meloni a Elly Schlein nel corso dell'incontro con la delegazione del Pd sulle riforme


Riforme, Schlein: "Discussione non è priorità del Paese"


"Sottolineiamo che per noi questa discussione sulle riforme non è una priorità del paese, le priorità sono lavoro, sanità, Pnrr, clima, giovani, casa. Ci sentiamo vicini agli studenti e studentesse che anche in queste ore si stanno mobilitando perché non stanno trovando casa per il caro affitti". Lo ha detto alla Camera la segretaria del Pd, Elly Schlein, dopo l'incontro con la presidente del consiglio, Giorgia Meloni, sulle riforme istituzionali.

"Non crediamo che si possa affrontare una discussione così delicata sugli assetti istituzionali a compartimenti stagni. Abbiamo posto questo tema con forza all'esecutivo perché non possiamo dire che fin qui il confronto ci sia stato"Così la segretaria del Pd, Elly Schlein, al termine del confronto sulle riforme con il governo durato circa due ore.

"Ciò che non vogliamo e a cui non ci prestiamo è l'indebolimento di pesi e dei contrappesi previsti dalla carta così come non si tocca l'istituzione del Presidente della repubblica". Lo ha detto alla Camera la segretaria del Pd, Elly Schlein, dopo l'incontro con la presidente del consiglio, Giorgia Meloni, sulle riforme istituzionali. "Non siamo per ridimensionare il ruolo del presidente della repubblica verso un modello di un uomo o un donna sola al comando".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
melonipalazzo chigiriforme





in evidenza
Affari in rete

Guarda la gallery

Affari in rete


in vetrina
Royal Family/ Meghan Markle è "troppo nuda": polemica per la visita in Nigeria

Royal Family/ Meghan Markle è "troppo nuda": polemica per la visita in Nigeria


motori
Jeep Experience: un successo tra prestazioni Off-Road e accoglienza premium

Jeep Experience: un successo tra prestazioni Off-Road e accoglienza premium

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.