A- A+
Politica
Riforme, sprint Pd ma con piu' tempo per le minoranze
La buvette della Camera alza i prezzi: su caffè e dolci

Adelante, presto, con juicio. L'iter delle riforme non si blocca dopo la rottura del patto del Nazareno, governo e maggioranza vanno avanti, contando su numeri comunque sufficienti. Ma alla Camera i tempi si allungano di un po', dopo le proteste di ieri delle opposizioni per i ritmi serrati e il no a spazio supplementare per il dibattito di merito.

La mattinata comincia con la lettura dei giornali e le indiscrezioni che vogliono Matteo Renzi determinatissimo a portare a casa le riforme nei tempi previsti, complici numeri ancora solidi, nonostante la rottura con Berlusconi, e la decisione di usare tutti gli strumenti parlamentari possibili per evitare eventuali temporeggiamenti e ostruzionismi. La presidente della camera Laura Boldrini convoca poi di buon'ora la riunione dei capigruppo e annuncia di voler concedere piu' tempo alle opposizioni, in misura di un terzo dei tempi regolamentari.

"Il mio impegno fondamentale - spiega la presidente - in questi giorni, e' di favorire un'intesa tra la maggioranza e i gruppi di opposizione sull'iter di esame della riforma costituzionale". "A questo punto - prosegue ancora Laura Boldrini - auspico da parte delle opposizioni una condotta che si concentri sul merito delle questioni e non su pratiche meramente ostruzionistiche, e da parte della maggioranza e del governo un atteggiamento di ascolto e di apertura che eviti improduttivi irrigidimenti".

La proposta viene accolta con favore dal Pd che pero', per voce del capogruppo Roberto Speranza mette in guardia: "di fronte a una tentazione di porre veti per bloccare le riforme il Pd dice no. Il Pd non ci sta e siamo pronti alla piu' forte battaglia politica in Parlamento". Le opposizioni assicurano quasi tutte lealta' istituzionale, ma criticano l'atteggiamento del governo. "Renzi tigre di carta. Ieri sera ha minacciato il Parlamento sulla riforma costituzionale, stamattina il suo partito, la sua maggioranza, ha fatto marcia indietro" analizza per Forza Italia Renato Brunetta, "noi siamo pronti se non ci saranno piu' trucchi ne' inganni". "Mica stiamo ad infornare le pizze.

Qui si sta cambiando la Costituzione e non si puo' fare in questa maniera" lamenta per Sel il leader Nichi Vendola. Chiude invece la porta M5s: "La richiesta e' tardiva perche' noi abbiamo subito violenza e quando si subisce una violenza la reazione e' legittima". E intanto il premier, parlando alla scuola Ufficiali dei Carabinieri non deflette: "L'Italia non e' solo un catalogo di eroi. Il tempo dell'Italia e' il presente e l'augurio che faccio e' quello di essere tutti i giorni il paese di quelli che ci provano" a cambiate il futuro. "Solo cosi' renderemo onore davvero la Bandiera".

Tags:
riformesprintpdtempominoranze

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti

Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.