A- A+
Politica
Sanità, la Dx punta su Vaia per il dopo Rezza. Ma il suo cv non è all'altezza

Sanità, scoppia il caso Francesco Vaia al ministero

Al ministero della Sanità scoppia il caso Francesco Vaia, il direttore dello Spallanzani sarebbe il favorito per sostituire l'uscente Giovanni Rezza alla Prevenzione del ministero, ma c'è un problema: il suo curriculum non è all'altezza di quello del collega non gradito al governo di destra. Andrebbe ad occupare - si legge su La Stampa - un posto di importanza strategica nella malaugurata, ma non improbabile ipotesi di una nuova pandemia. Ma i numeri parlano chiaro.

L’h-index di Vaia è di 17 punti contro i 67 di Rezza. Senza contare che la maggioranza delle pubblicazioni sono cofirmate con ricercatori dello Spallanzani di cui è alla guida. Ma all’uomo che sussurra alla Meloni, consigliandole mosse e strategie sulla sanità, al ministero hanno costruito un interpello per il posto di direttore della prevenzione che sembra cucito su misura.

Oltre alla laurea in medicina è infatti richiesta una generica "formazione in materia di interesse di sanità pubblica", quando in quella posizione sarebbe il caso di avere titoli in epidemiologia o infettivologia. In realtà - prosegue La Stampa - Vaia aveva puntato alla presidenza dell’Iss, che è anche il più grande istituto pubblico di ricerca in Europa. Forse un po' troppo, tanto che li a sostituire il Professor Silvio Brusaferro, in scadenza di mandato a luglio, dovrebbe arrivare il direttore della clinica di malattie infettive al "San Martino" di Genova, Matteo Bassetti. Una virostar con curriculum scientifico di tutto rispetto e un h-index delle pubblicazioni scientifiche da 77 punti. Oltre quattro volte tanto quello di Francesco Vaia, indirizzato verso una poltrona non meno strategica.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
francesco vaia





in evidenza
La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex

L'attacco a Fernando Alonso

La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex


in vetrina
Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid

Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid


motori
Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.