A- A+
Politica
Corrado Passera (4)

Riecco Corrado Passera, forse pronto a rientrare in politica, forse con un movimento tutto suo. L'ex ministro dello sviluppo economico, infrastrutture e trasporti ha avuto modo di dire la sua nel corso dell'incontro alla Società del Giardino a Milano: "Lavoro e Impresa, un nuovo patto per rilanciare l'economia" organizzato dall'UCID, l'unione degli imprenditori cattolici (nella quale - si dice - il non ancora Cavaliere Silvio Berlusconi tentò di entrare). Davanti a 200 selezionatissimi invitati nel Salone d'Oro di Palazzo Spinola, Passera ha preso la parola difendendo il suo operato come ministro del governo di Mario Monti, ma ha osservato: "Solo i grandi progetti possono realmente cambiare il nostro Paese", sottolineando che non ha potuto andare avanti nel suo impegno politico perché il progetto di Monti "non tagliava con il vecchio".

TORNA IN POLITICA? - E interpellato sul suo futuro ha risposto: "Noi che condividiamo gli stessi valori abbiamo il dovere di fare pressioni perché le grandi riforme vengano fatte. E se poi questo non avverrà troveremo i modi per partecipare e cambiare le cose". Insomma, l'ex ministro ha voglia di darsi da fare e tornare in campo. Se sarà anche un campo politico, questo è ancora da vedere. Del resto, nel gennaio di quest'anno Passera era stato chiaro, bocciando Monti senz'appello in un'intervista al Corriere della Sera: "Si è persa una grande occasione, io credevo al progetto di una lista unica Monti sia alla Camera sia al Senato. C'è un grande mondo che non si riconosce né con la sinistra soprattutto se condizionata dalle componenti estreme, né con l'antipolitica né con Berlusconi. Avevo dato la mia disponibilità a candidarmi, senza pretese di ruoli presenti o futuri". E aveva rivelato: "Durante la riunione hanno prevalso le posizioni di Italia Futura, di Montezemolo, di Riccardi, di Casini. Ho preso atto e me ne sono tirato fuori, ma non farò mancare il mio sostegno a Monti". Dichiarazioni che nella testa di tanti hanno fatto il paio quando, davanti agli ospiti della Società del Giardino, l'ex ministro ha parlato anche di valori; "Il desiderio di cambiamento non può che fondarsi sui valori", ha incalzato.

UN NUOVO PARTITO? - Ma dove va allora Passera? La voce che corre - e che Affaritaliani può riferire - parla di un Passera che starebbe pensando ad una nuova discesa in campo, magari con un movimento tutto suo. Alla Società del Giardino l'ex ministro è apparso in grande spolvero. E c'è chi è pronto a immaginare un nuovo movimento politico cattolico guidato da lui. Se son rose fioriranno.

Antonino D'Anna
 

Tags:
corrado passeramontipolitica
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up

Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.