A- A+
Politica
Scontro Nordio-Santalucia, presidente Anm: "Il governo mortifica i giudici"
Giuseppe Santalucia

Riforma della Giustizia, Santalucia (Anm) attacca il governo

Il Ddl Nordio sulla Giustizia oggi arriva alla Camera. Il governo Meloni ha deciso di dare un chiaro segnale si cambiamento con questa riforma. Ma la legge scritta dal ministro non piace ai giudici. Giuseppe Santalucia, il presidente dell’Associazione nazionale magistrati lo dice apertamente e punta il dito contro il governo. "Dietro la separazione delle carriere e l’Alta corte - tuona Santalucia su La Stampa - c’è l’idea che la magistratura non sappia autogovernarsi. Con i test psico-attitudinali si insinua il sospetto che i magistrati non siano equilibrati. Con il sorteggio per il Csm, la premessa è che i magistrati non sappiano scegliere la loro rappresentanza. Nell’insieme siamo posti sotto tutela in una modo tale che mortifica le nostre professionalità".

Leggi anche: Giustizia, accelerata sullo "svuotacarceri": dal Cdm via libera al decreto

"La filosofia su cui mi permetto di dissentire - prosegue Santalucia a La Stampa - è che le regole siano degli impedimenti alla crescita, alla velocità e allo sviluppo. Invece no, le regole facilitano la crescita e impediscono quello sviluppo anomalo che non dovrebbe verificarsi. Noi continuiamo a credere che le regole siano la precondizione per crescita e aumento di competitività". Santalucia affronta anche nel dettaglio il tema della limitazione delle intercettazioni. "Fermo restando che l’intercettazione è uno strumento molto invasivo da usare con cautela e professionalità, e su questo principio mi ritrovo pienamente, la soluzione prospettata dal ministro di fissare una spesa a prescindere ridurrà inevitabilmente il campo delle intercettazioni.

"Significherà deprimere - prosegue Santalucia - l’efficienza delle indagini. Parlare dei costi senza metterli in comparazione con i risultati che si ottengono è un modo fuorviante di impostare il problema. Se le intercettazioni sono utilizzate male, il ministro ha poteri di ispezione per verificare. Ma se sono usate bene, sono una ricchezza e questo è indubbio perché aumentano l’efficienza investigativa, consentono di scoprire atti criminosi e di recuperare a beneficio delle casse dello Stato la ricchezza che proviene dai comportamenti illeciti".






in evidenza
Affari in Rete

Esteri

Affari in Rete


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
NISMO torna in Europa con la nuova Nissan Ariya NISMO elettrica

NISMO torna in Europa con la nuova Nissan Ariya NISMO elettrica

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.