A- A+
Politica

Di Tommaso Cinquemani

Mancano pochi giorni alle primarie del Pd. Mentre i candidati si tirano le ultime stoccate, Matteo Renzi pensa già al dopo. Si sente la vittoria in tasca e chiuso nel suo studio di Palazzo Vecchio sta discutendo con i fedelissimi quale potrebbe essere l'organigramma della nuova segreteria democratica. Il sindaco ha le idee chiare. Secondo quanto può riferire Affaritaliani.it vorrebbe avere almeno il 50% di componenti del gentil sesso. Inoltre punterà su amministratori locali e onorevoli, cariche elettive che permetteranno a Renzi di avere una segreteria non stipendiata, di 'volontari' che non percepiranno un centesimo in più. Infine le correnti. Il Primo cittadino non vuole decidere le nomine con il bilancino: saranno tutti, o quasi, fedelissimi. "Per le correnti c'è la Direzione", spiega un uomo vicino al sindaco.

renziana di ferro p
Guarda la gallery

Ma veniamo ai nomi. Come Coordinatore delle segreterie regionali la scelta dovrebbe ricadere su Angelo Rughetti, campano, classe 1967. E' stato segretario dell'Anci e conosce bene il territorio. Al Coordinamento donne una senatrice che ha fatto la gavetta al comune di Firenze prima di approdare a Palazzo Madama: Rosa Maria Di Giorgi. Un'altra donna, Elisabetta Iacomelli, sindaco di Gavorrano (Grosseto) potrebbe andare alle Politiche sociali e lavoro. Tutti concordi sul nome di Roberto Giachetti per le Riforme politiche e istituzionali. Ex radicale, da più di 60 giorni è in sciopero della fame per protestare contro il Porcellum.

Per la poltrona di Responsabile delle politiche economiche la sfida è a due. Da una parte Yoram Gutgeld, manager di McKinsey, è considerato il guru economico di Renzi. Dalla parte opposta Sara Biagiotti, certo meno esperta, ma giovane e donna. Un volto fresco che di conti se ne intende essendo stata presidente della Commissione bilancio della provincia di Firenze. Alla Comunicazione dovrebbe andare Maria Elena Boschi, di Montevarchi, che ha dato prova di saper 'bucare' lo schermo e di saper reggere uno scontro frontale nei talk show.

Nella nuova segreteria dovrebbe esserci anche una riconferma, quella di Luca Lotti, il braccio destro di Renzi. Onorevole, dovrebbe continuare a sedere sulla poltrona si Responsabile enti locali. Ci sarà una probabile sfida a due per la poltrona di Responsabile organizzazione. Da una parte Dario Nardella, onorevole vicinissimo a Matteo Renzi, già vicesindaco di Firenze e politico in ascesa nell'astro renziano. Dall'altra un uomo macchina che ha già dato diverse volte prova di sé: Roberto Reggi, il grande escluso della scorsa segreteria. Infine l'ex assessore all'ambiente di Scandicci, Simona Bonafè, oggi onorevole, dovrebbe invece essere responsabile Ambiente.

 twitter@Tommaso5mani

Tags:
segreteriapd
in evidenza
Fedez e J-Ax, pace fatta "Un regalo per Milano e..."

La riconciliazione

Fedez e J-Ax, pace fatta
"Un regalo per Milano e..."

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia

Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.