A- A+
Politica
Tutti i segreti del patto Renzi-Silvio. Manovra, lavoro, Colle e...


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


Emergono nuovi dettagli sull'intesa tra Matteo Renzi e Silvio Berlusconi. Della possibilità di formare un partito unico abbiamo detto e vedremo nei prossimi mesi come evolverà la situazione. Secondo quanto risulta ad Affaritaliani.it, oltre all'intesa sulle riforme istituzionali e sulla legge elettorale (preferenze con il capolista bloccato), il premier e l'ex Cavaliere si sarebbe accordati sul sostegno di Forza Italia in Parlamento sul Job Act. In sostanza l'ex presidente del Consiglio avrebbe detto a Renzi: "Non ti preoccupare anche se mancheranno alcuni voti della minoranza Pd, non snaturare la riforma e non cedere ai sindacati. Votiamo noi il provvedimento". L'ex sindaco di Firenze avrebbe accolto molto favorevolmente le intenzioni di Berlusconi. Non solo. Nel patto del Nazareno ci sarebbe anche un capitolo Quirinale. Quando l'Italicum verrà approvato definitivamente e ci sarà stato il primo ok di Camera e Senato alle riforme istituzionali è probabile che Giorgio Napolitano si dimetta, così come lui stesso ha più volte fatto capire sia privatamente sia pubblicamente. A quel punto si apriranno i giochi per il Quirinale. Renzi e Berlusconi avrebbero già escluso i nomi sgraditi a uno o all'altro, ovvero Romano Prodi e Massimo D'Alema. Difficile l'ipotesi Giuliano Amato viste le polemiche sulla sua lauta pensione (facile immaginare gli affondi di M5S e Lega). Il segretario del Pd vorrebbe una donna, proprio per certificare la svolta femminili avviata con il suo governo. Inizialmente si era pensato ad Anna Finocchiaro, che però ha molti nemici nel partito e non è molto amata nemmeno tra gli azzurri. Quindi si sarebbe fatta avanti l'ipotesi di un nome al di fuori degli organigrammi, una persona stimata e rispettata anche all'estero: l'ex numero uno della Farnesina Emma Bonino. Non è molto amata dagli ambienti cattolici, per ovvi motivi, ma il premier avrebbe detto a Berlusconi di non preoccuparsi, "perché i cattolici ormai contano sempre meno nel nostro Paese". Oltre al Colle, l'ex Cavaliere avrebbe garantito al presidente del Consiglio che Forza Italia avrà un atteggiamento 'soft' sull'imminente Legge di Stabilità. "Non affonderemo il colpo sulle tasse, a parte qualche nostro parlamentare che si muove in autonomia", avrebbe garantito l'ex Cav a Renzi. Insomma, il patto del Nazareno è sempre più solido...

Tags:
renziberlusconi

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.