A- A+
Politica
Sgarbi-Morgan, "amore" già finito. "Sei un topo", pioggia di insulti in chat
Morgan e Vittorio Sgarbi

Sgarbi-Morgan, gli insulti in chat. Già conclusa la "luna di miele"

Vittorio Sgarbi, una volta nominato sottosegretario alla Cultura dalla premier Meloni, aveva espresso il desiderio di avere nel suo gruppo di lavoro al Ministero, anche il cantante dei Bluvertigo ed ex giudice di X-Factor Marco Castoldi, in arte Morgan. Il critico d'arte si era speso molto perchè Morgan facesse parte del suo team, ma le cose - si legge sul Corriere della Sera - sembrano essere cambiate e anche molto in fretta. Leggendo lo scambio di messaggi tra i due, poi reso pubblico, si capisce che la collaborazione è con ogni probabilità arrivata al capolinea. «Non hai cuore». «Mi basta la testa». «Sei un topo». Sono solo alcune delle frasi che il sottosegretario al ministero della Cultura e Morgan, si sono scambiati.

Il duro confronto - prosegue il Corriere - è avvenuto nella chat denominata "Rinascimento Dissoluzione", creata da Sgarbi e di cui anche Morgan è amministratore. Era, anzi. Perché Sgarbi lo ha prima rimosso, poi ha cambiato nome della chat facendola diventare "Sgarbistan" e poi lo ha riammesso, ma non più con il potere di amministrarla. Tra le cause scatenanti della furibonda lite, proprio il fatto che Morgan avrebbe cancellato, senza consultare Sgarbi, diversi nomi della chat che, a suo vedere, non avevano preso a cuore il suo impegno per un progetto sulla figura di Luigi Tenco. Morgan si sarebbe sentito "diffamato" e "non difeso".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
morgansgarbi





in evidenza
La rivoluzione di Spalletti: 4 cambi in formazione (e un dubbio...)

Italia-Croazia

La rivoluzione di Spalletti: 4 cambi in formazione (e un dubbio...)


in vetrina
Estate 2024, Fs rafforza i treni turistici: sulla linea tre nuove destinazioni

Estate 2024, Fs rafforza i treni turistici: sulla linea tre nuove destinazioni


motori
Audi RS 3: nuovo record al Nürburgring

Audi RS 3: nuovo record al Nürburgring

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.