A- A+
Politica

Diminuisce la fiducia complessiva verso i primi cittadini e governatori. Lo rivela il sondaggio Ipr Marketing-Il sole 24 Ore. Tra i governatori vince Rossi (Toscana), anche se i consensi calano rispetto al giorno dell'elezione (dal 59,7 al 57%). Seguono Zaia (Veneto, -4% di consensi) e Caldoro (Campania, +0,7%). Oltre a Caldoro e Maroni, crescono anche Serracchiani (Friuli V.G.) e Crocetta, che comunque occupa l'ultimo posto. Male molti big: Marino (21 posto, -7,4% di consensi), Pisapia e De Magistris (54, -14,3%). Renzi e' al 26 posto, perde rispetto al giorno delle elezioni (-4%), ma guadagna tre punti percentuali sul Governance Poll del 2012. All'ultimo posto Ippazio Stefano, sindaco di Taranto, che raccoglie solo il 40% dei consensi.

La classifica e' condizionata piu' dal dissenso che dal consenso, infatti ben due sindaci su tre hanno fatto registrare una flessione del gradimento e, tranne rare eccezioni, per i pochi primi cittadini che vedono crescere le proprie performance si tratta di incrementi contenuti nell'ordine di qualche punto percentuale. Se in totale il 65% dei sindaci perde consenso, questa percentuale aumenta addirittura al 76% tra i Governatori, segno che la sfiducia e' generalizzata.

Tags:
rossizaia

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”

Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.