A- A+
Politica
Sul Mes vince la linea "soft" di Mattarella e Giorgetti
Sergio Mattarella

Per il Colle i buoni rapporti con l'Ue sono una priorità assoluta

 

Quattro mesi di sospensiva per il Mes e non un anno, come volevano Giorgia Meloni e Matteo Salvini. Nella maggioranza e nel governo ha vinto la linea "soft", quella del ministro draghiano ed europeista Giancarlo Giorgetti.

L'obiettivo è quello di non irrigidire troppo il rapporto con le istituzioni di Bruxelles, come sarebbe stato con un rinvio di dodici mesi. Dietro la scelta "soft" sembra esserci lo zampino del Quirinale. Sergio Mattarella non è mai intervenuto direttamente sul tema della ratifica del Mes, ma la fedeltà del Quirinale all'Ue è totale.

Il Capo dello Stato avrebbe dunque fatto informalmente pressione sull'esecutivo e sulle forze della maggioranza per evitare uno scontro troppo duro con l'Unione europea facendo sponda con il responsabile dell'Economia.

La sostenibilità del debito, lo spread e i rapporti con i partner europei sono al centro delle preoccupazioni del Colle - spiegano fonti qualificate - ed è quindi molto probabile che dietro la decisione di un rinvio di quattro mesi e non un anno ci sia proprio la volontà di Mattarella, che qualche settimana fa era volato a Parigi per ricucire con Macron dopo gli scontri tra Francia e Italia.

Insomma, alla fine il sovranismo di Fratelli d'Italia e Lega si deve piegare alla realpolitik scegliendo un compromesso targato Mattarella-Giorgetti.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
mes mattarella





in evidenza
Maneskin, Damiano e Victoria stufi. La band si scioglie? Le indiscrezioni

Le due star vogliono diventare solisti

Maneskin, Damiano e Victoria stufi. La band si scioglie? Le indiscrezioni


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
La Nuova MINI Cooper S 5 porte: spazio e divertimento alla guida

La Nuova MINI Cooper S 5 porte: spazio e divertimento alla guida

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.