A- A+
Politica
Forza Italia/ Toti: Berlusconi si candiderà alle elezioni europee


Silvio Berlusconi non vuole rinunciare alle prossime consultazioni europee. Secondo Giovanni Toti, consigliere politico di Forza Italia, il Cavaliere è intenzionato a presentarsi al voto previsto a maggio. Nonostante la condanna definitiva per frode fiscale, l'interdizione dai pubblici uffici e la legge Severino. "Berlusconi - dice - ha guidato Forza Italia in tutte le elezioni. Ritengo che lo farà anche questa volta". "Riterrei una grave lesione al diritto di rappresentare i moderati italiani - continua Toti - se Berlusconi non potrà candidarsi. Se qualcuno dovesse impedirlo si assumerebbe una grave responsabilità davanti a milioni di italiani". "Se non potesse sarebbe un altro vulnus alla democrazia".

Nei mesi scorsi l'ex premier aveva già chiarito di non voler rinunciare all'appuntamento elettorale di maggio. Una sfida bella e buona, dopo che il primo agosto scorso la Cassazione ha confermato la condanna nel processo Mediaset sulla compravendita di diritti televisivi. Per Berlusconi, inoltre, è stata disposta una pena accessoria che dispone due anni di interdizione dai pubblici uffici. Infine c'è la legge Severino in base alla quale chi riceve una condanna superiore a due anni di reclusione non può candidarsi o, se è già stato eletto, deve lasciare il parlamento. E che sia incandidabile per sei anni.

Intanto arriva un'apertura sul tema della parità di genere per l'Italicum. Toti riflette non esclude una trattativa: "le quota rosa per noi non sono un tabù, al punto che abbiamo dato libertà di voto. Ma non è possibile cambiare l'Italicum cento volte rispetto al patto che è stato sottoscritto". "E' legittimo - continua Toti - chiedere le quote rosa, ma non si deve inficiare l'impianto della legge elettorale nè rischiare di far saltare il patto tra Renzi e Berlusconi". Chiude, invece, a qualsiasi discussione sulle preferenze: "Noi siamo da sempre contrari alle preferenze. Ed è strano - dice sempre all'Unità - che dopo essere state indicate da decenni come il male della politica italiana oggi si scopra che invece sono il bene".

Sui due quotidiani Toti si sofferma anche sul premier: "Renzi ha fatto, e bene, annunci" dice all'Unità; e sulla Stampa insiste: "Renzi è stato molto efficace nella conferenza stampa, ma non aveva autorevolezza istituzionale", "Berlusconi era più bravo come presidente del Consiglio perchè" dice Toti coniugava "la capacità di parlare direttamente alla gente e il profilo istituzionale".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
totiberlusconieuropee
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Opel Astra Sports Tourer fa un salto nell’era elettrica e del design

Opel Astra Sports Tourer fa un salto nell’era elettrica e del design


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.